- Pubblicità -
660x135

Tony Finau (203 – 72 64 67, -13) ha agganciato lo svedese Henrik Stenson (203 – 68 66 69) e lo spagnolo Jon Rahm (71 63 69) in vetta alla classifica dell’Hero World Challenge (PGA Tour), giunto alla 20ª edizione e in svolgimento sul percorso dell’Albany Golf Course (par 72) ad Albany, nel distretto di New Providence alle Isole Bahamas.

Il torneo, al quale prendono parte 18 selezionati giocatori tra i quali ve ne sono tredici dei primi 18 al mondo di cui sei tra i top ten, è promosso da Tiger Woods, attraverso la sua Fondazione. Ottima l’organizzazione, meno buona la prestazione di Tiger che occupa il 18° e ultimo posto con 214 (73 69 72, -2).

Probabile un testa a testa per il titolo tra i tre al comando, ma hanno sicuramente possibilità di inserirsi Gary Woodland, quarto con 205 (-11), Rickie Fowler, campione uscente, quinto con 206 (-10), Xander Schauffele e Dustin Johnson, sesti con 207 (-9). Non ha più possibilità di tornare numero uno al mondo l’inglese Justin Rose, ottavo con 208 (-8), che per raggiungere lo scopo dovrebbe classificarsi almeno secondo.

Tony Finau (nella foto) ha rimontato dalla quinta piazza con sei birdie e un bogey per il 67 (-5) e Jon Rahm ed Henrik Stenson hanno contenuto l’attacco camminando di pari passo con cinque birdie e due bogey per il parziale di 69 (-3).

I problemi di Tiger Woods, che ha vinto la gara cinque volte, sono iniziati nelle prime tre buche con un bogey e un doppio bogey. Reazione decisa e ritorno in par con tre birdie tra le buche sei e undici. Subito dopo altri due bogey compensati con due birdie nel finale per il 72 (par). Il montepremi è di 3.500.000 dollari.

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135