Adam Long ha vinto a sorpresa, con 262 (63 71 63 65, -26) colpi il Desert Classic, torneo del PGA Tour disputato con formula Pro Am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi del La Quinta CC (Stadium Course, Nicklaus Tournament Course e La Quinta CC, tutti par 72) nella città da cui il circolo prende nome in California.

Long, 31enne di New Orleans (Louisiana), approdato sul circuito con la 13ª poszione nella money list del Web.com Tour, ha ottenuto il suo primo titolo appena alla sesta gara disputata superando sull’ultima buca con il settimo birdie di giornata (65, -5) Phil Mickelson (nella foto), in testa sin dal primo giro, e il canadese Adam Hadwin (263, -25).

E’ stata la 15ª volta in 40 occasioni che Mickelson, 49enne di San Diego (California), non ha trasformato in vittoria la leadership dopo 54 buche. Ha concluso con un parziale di 69 (-3 con cinque birdie e due bogey) e non gli è bastato il 60 (-12) ottenuto nel primo turno, unico giocatore del PGA Tour ad averlo segnato per tre volte in carriera.

Al quarto posto con 264 (-24) Talor Gooch, al quinto con 266 (-22) Dominic Bozzelli e al sesto con 267 (-21) lo spagnolo Jon Rahm, che difendeva il titolo. Non ha brillato l’inglese Justin Rose, numero uno mondiale, 34° con 274 (-14), in cerca soprattutto della condizione dopo il periodo di riposo.

Ha fatto meglio il messicano José de Jesús Rodríguez, 28° con 273 (-15), salito alla ribalta per la sua storia. Infatti  è approdato sul PGA Tour, il suo grande sogno, dopo una vita difficile che per un periodo lo ha visto anche come clandestino negli Stati Uniti. Il successo ha reso ad Adam Long un assegno di 1.062.000 dollari su un montepremi di 5.900.000 dollari.

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135