Matteo Manassero (nella foto) è terminato al 68° posto con 295 colpi (71 75 73 76, +7) nel Wells Fargo Championship (PGA Tour) svoltosi sul percorso del Quail Hollow Club (par 72), a Charlotte nel North Carolina. Ha conquistato il primo successo in carriera Derek Ernst (280 – 67 71 72 70, -8), 23enne californiano di Woodland, che ha bruciato con un par alla prima buca di playoff l’inglese David Lynn (71 68 71 70) con il quale era appaiato in vetta alla graduatoria dopo le 72 buche regolamentari. Entrambi hanno comunque ricevuto un grosso regalo da Phil Mickelson, che li ha lasciati andare con due bogey nelle ultime tre buche finendo al terzo posto con 281 (-7). Al quarto con 282 (-6) l’inglese Lee Westwood e lo svedese Robert Karlsson, al sesto con 283 (-5) Kyle Stanley, Bo Van Pelt, Kevin Streelman e Ryan Moore, al decimo con 284 (-4) Nick Watney, che era al comando con Mickelson dopo il terzo giro e che si è defilato con un 76 (+4), e il nordirlandese Rory McIlroy, che ha dovuto rimandare ad altra occasione il tentativo di detronizzare Tiger Woods nella classifica mondiale. Sedicesima posizione con 285 (-3) per lo spagnolo Sergio Garcia, mentre l’argentino Angel Cabrera è precipitato in 71ª con 297 (+9) dopo un 80 (+8). Ernst e Lynn hanno marciato in 70 (-2) colpi entrambi con quattro birdie e due bogey, ma il vincitore ha avuto il merito di aver messo a segno l’ultimo proprio alla buca 18 per agguantare il rivale e portarlo allo spareggio. Mickelson non è stato impeccabile, ma per quindici buche è rimasto bene in partita (due birdie e un bogey) poi l’improvviso blackout (73, +1). Manassero, quasi costantemente in retrovia, ha chiuso con un 76 (+4) mettendo insieme quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Il vincitore ha percepito 1.206.000 dollari si un montepremi di 6.700.000 dollari. Terzo giro – Matteo Manassero, 65° con 219 (71 75 73, +3), è rimasto in bassa classifica dopo il terzo giro del Wells Fargo Championship (PGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Quail Hollow Club (par 72), a Charlotte nel North Carolina. In vetta alla graduatoria Phil Mickelson (208 – 68 67 73, -8), è stato raggiunto da Nick Watney (67 70 71) e la classifica molto corta preannuncia un finale combattuto essendo in lotta per la vittoria almeno quattordici giocatori raccolti nell’arco di tre colpi. Seguono la coppia di testa George McNeill, terzo con 209 (-7), Ryan Moore, Derek Ernst, gli inglesi Lee Westwood e David Lynn, l’australiano John Senden e lo svedese Robert Karlsson, quarti con 210 (-6). Al decimo posto Brian Harman, Kevin Streelman, D.A. Points, Jason Kokrak e il nordirlandese Rory McIlroy, numero due mondiale e teso a riconquistare il trono che Tiger Woods gli ha strappato. Giornata in grigio per Mickelson, che ha concluso con un 73 (+1) frutto di quattro birdie, tre bogey e un doppio bogey. Per Watney 71 (-1) colpi con cinque birdie, due bogey e un doppio bogey. Un 73 anche per Manassero con quattro birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 6.700.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari. Secondo giro – Matteo Manassero è sceso dal 38° al 69° posto con 146 colpi (71 75, +2), superando di misura il taglio nel Wells Fargo Championship (PGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Quail Hollow Club (par 72), a Charlotte nel North Carolina. Il nuovo leader è Phil Mickelson  che con parziale di 67 (-5) e lo score di 135 (68 67, -9) ha preso due colpi di margine su Scott Gardiner, su Nick Watney e su George McNeill (137, -7). Si è sfaldato il gruppo dei sette giocatori in vetta dopo il giro iniziale dee quale faceva parte anche Rory McIlroy, numero due mondiale e teso a riprendersi il trono che Tiger Woods gli ha tolto: il nordirlandese è ora quinto con 138 (-6) alla pari con l’inglese Lee Westwood, con l’australiano Rod Pampling e con Jason Kokrak e Derek Ernst. Al 13° posto con 140 (-4) Zach Johnson e lo spagnolo Sergio Garcia, al 26° con 142 (-2) l’argentino Angel Cabrera. Sono usciti di gara il belga Nicolas Colsaerts (147, +3), un colpo oltre il limite di qualifica, Bubba Watson e il tedesco Martin Kaymer (148, +4) e l’irlandese Padraig Harrington (155, +11). Mickelson, 43enne di San Diego in California con 41 successi nel circuito, ha realizzato lo score più basso di giornata insieme a Gardiner, segnando sei birdie e un bogey. Per Manassero 75 (+3) colpi con tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 6.700.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari. Primo giro – Matteo Manassero è al 38° posto con 71 (-1) colpi nel Wells Fargo Championship (PGA Tour), iniziato sul percorso del Quail Hollow Club (par 72), a Charlotte nel North Carolina. Guidano la classifica abbastanza corta sette giocatori con 67 (-5): il nordirlandese Rory McIlroy, numero due mondiale e desideroso di riprendersi il trono che Tiger Woods gli ha tolto, Nick Watney, Ryan Moore, Robert Garrigus, Derek Ernst, Daniel Summerhays e Nathan J. Smith. Sono a ridosso con 68 (-4) Phil Mickelson, Zach Johnson, Boo Weekley, Kevin Streelman, Lucas Glover e Jason Kokrak. Al 23° posto con 70 (-2) l’inglese Lee Westwood, al 53° con 72 (par) Bubba Watson, il tedesco Martin Kaymer e lo spagnolo Sergio Garcia e al 72° con 73 (+1) l’argentino Angel Cabrera. Giornata da dimenticare per l’irlandese Padraig Harrington, vincitore di tre major, 156° e ultimo con 80 (+8). McIlroy ha messo a segno sette birdie a fronte di due bogey. “Mi sono concesso  numerose possibilità di birdie – ha detto –  con ottimi ferri e palla in prossimità della bandiera e sono veramente contento di questo e del mio gioco in generale. Forse potevo segnare un colpo o due in meno, ma è solo un dettaglio. Dopo il Masters mi sono concesso una pausa e ho ripreso a praticare da poco: la sosta, almeno a giudicare da oggi, è stata salutare”. Manassero, che ha iniziato dalla buca dieci, ha alternato birdie e bogey, ma alla fine il conto è stato favorevole e ha guadagnato un colpo sul par. In uscita due birdie e due bogey e nel rientro altri due bogey e tre birdie dei quali due in chiusura.  Il montepremi è di 6.700.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari. Prologo – Matteo Manassero (nella foto) prova a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel Wells Fargo Championship (2-5 maggio), torneo del PGA Tour in programma sul tracciato del Quail Hollow Club, a Charlotte nel North Carolina. Il veronese sarà in un ottimo field nel quale spiccano i nomi di Phil Mickelson, Webb Simpson, Hunter Mahan, Zach Johnson, Bubba Watson, Rickie Fowler e di Nick Watney, del nordirlandese Rory McIlroy, del tedesco Martin Kaymer, degli inglesi Lee Westwood e Ian Poulter, dell’argentino Angel Cabrera, dello spagnolo Sergio Garcia e del fijano Vijay Singh. Osservato speciale Phil Mickelson, che sta offrendo una stagione piuttosto difficile da decifrare poiché è passato dal successo nel Phoenix Open, al terzo posto nel WGC Cadillac Championship fino alla delusione del Masters (54°) e anche a un taglio. Manassero sarà al quinto impegno stagionale negli Stati Uniti dopo aver preso parte al WGC Accenture Match Play (uscito al primo turno), all’Honda Classic (29°), al WGC Cadillac Championship (23°) e al Masters (out al taglio). Il montepremi è di 6.700.000 dollari con prima moneta di 1.170.000 dollari.   I risultati

- Pubblicità -
660x135