Alzando notevolmente il ritmo nei due giri conclusivi Bubba Watson (263 – 67 67 63 66, -25), nella foto, ha vinto l’Hero World Challenge, evento non ufficiale del PGA Tour, promotore Tiger Woods, che si è disputato sul percorso (par 72) del lussuoso Albany Resort, a New Providence nelle Bahamas.
 
Il 37enne di Bagdab (Florida), nel cui palmares figurano otto successi nel circuito comprensivi di due major (Masters 2012, 2014), ha lasciato a tre colpi Patrick  Reed (266, -22) e a quattro Rickie Fowler (267, -21). Al quarto posto con 268 (-20) Jordan Spieth, numero uno mondiale e campione uscente, che dopo essere salito al vertice nel secondo turno, non è poi riuscito a tenere il passo degli avversari, al quinto con 269 (-19) Bill Haas e l’inglese Paul Casey e al settimo con 270 (-18) Brooks Koepka.
 
Tra i 18 ammessi al torneo hanno concluso oltre metà graduatoria, dopo prestazioni altalenanti, l’australiano Adam Scott, 10° con 272 (-16), Zach Johnson, 12° con 273 (-15), l’inglese Justin Rose, 13° con 275 (-13), e Dustin Johnson, 15° con 280 (-8).
 
Watson, leader dopo tre giri, ha allungato con sette birdie e poi si è concesso il lusso, a giochi fatti, di un bogey sull’ultima buca per il 66 (-6). La vittoria gli ha fruttato un assegno di un milione di dollari su un montepremi di 3.500.000 dollari.
 
TERZO GIRO – Con un gran giro in 63 (-9) colpi e lo score di 197 (67 67 63, -19) Bubba Watson si è portato al comando dell’Hero World Challenge, evento non ufficiale del PGA Tour, promotore Tiger Woods, che si disputa sul tracciato (par 72) del lussuoso Albany Resort, a New Providence nelle Bahamas. Un identico 63 ha condotto in seconda posizione con 199 (-17) l’inglese Paul Casey e con un 66 (-6) per entrambi sono saliti al terzo posto Patrick Reed e Chris Kirk (200, -16).
 
Di questi attacchi ne ha fatto le spese Jordan Spieth, campione uscente, quinto con 201 (67 66 68, -15), leader dopo due giri insieme a Bill Haas, che lo affianca, e a Jimmy Walker, finito in undicesima posizione con 204 (-12).
Hanno poche possibilità di competere per il titolo Brooks Koepka, settimo con 202 (-14), Rickie Fowler, Zach Johnson e l’australiano Adam Scott, ottavi con 203 (-13). Sicuramente in ombra Matt Kuchar, 12° con 205 (-11), Dustin Johnson, 14° con 209 (-7), l’inglese Justin Rose, 16° con 213 (-3), e il giapponese Hideki Matsuyama, che chiude la fila dei 18 ammessi al torneo con 218 (+2).
 
Per Watson un eagle e sette birdie e per Casey nove birdie, mentre Spieth ha viaggiato in 68 (-4) con cinque birdie e un bogey. Il montepremi è di 3.500.000 dollari.
 
SECONDO GIRO – Jimmy Walker è rimasto al comando con 133 colpi (66 67, -11), ma sono cambiati i suoi compagni di viaggio al termine del secondo giro dell’Hero World Challenge, evento non ufficiale del PGA Tour, promotore Tiger Woods, che si disputa sul tracciato (par 72) del lussuoso Albany Resort, a New Providence nelle Bahamas.
 
Walker è stato raggiunto da Jordan Spieth, (133 – 67 66), campione uscente e attuale numero uno mondiale, e da Bill Haas (133 – 67 66), mentre hanno ceduto Zach Johnson e l’inglese Paul Casey, insieme a Walker dopo 18 buche e scesi al settimo posto con 136 (-8) occupato anche da Matt Kuchar.
Al quarto con 134 (-10) Chris Kirk, Bubba Watson e Patrick Reed e al decimo con 137 (-7) Dustin Johnson, Brooks Koepka e l’australiano Adam Scott. Dei 18 concorrenti ammessi alla gara sono praticamente già tagliati fuori dalla corsa al titolo solamente l’inglese Justin Rose, 17° con 143 (-1), e il giapponese Hideki Matsuyama, 18° con 148 (+4).
 
Spieth, che nel primo giro ha realizzato una “hole in one” (buca 2, par 3, yards 187, ferro 6), è rinvenuto con un 66 (-6) prodotto di un eagle, sei birdie e due bogey. Stesso score per Bill Haas con un eagle, cinque birdie e un bogey e 67 (-5) colpi per Walker con sette birdie e due bogey. Il montepremi è di 3.500.000 dollari.
 
PRIMO GIRO – Jordan Spieth, campione uscente e attuale numero uno mondiale, ha concluso al quarto posto con 67 (-5) colpi, (uno di ritardo dai leader) il primo giro dell’Hero World Challenge, evento non ufficiale del PGA Tour, promotore Tiger Woods, che si disputa sul tracciato (par 72) del lussuoso Albany Resort, a New Providence nelle Bahamas. La sua bella prestazione è stata impreziosita da una “hole in one” avendo messo a segno la palla direttamente dal tee alla buca 2 (par 3, yards 187) utilizzando un ferro 6. Poi ha completato lo score con tre birdie, senza bogey.
 
Guidano la graduatoria con 66 (-6) Zach Johnson, Jimmy Walker e l’inglese Paul Casey, mentre Spieth ha la compagnia di Bubba Watson, Bill Haas, Brooks Koepka e dell’australiano Adam Scott. Subito dietro Dustin Johnson, nono con 68 (-4), mentre sono più defilati Rickie Fowler e Matt Kuchar, 13.i con 70 (-2), e l’inglese Justin Rose, 15° con 71 (-1), in grado però di recuperare. Sembra invece già fuori gioco il giapponese Hideki Matsuyama, 18° e ultimo con 75 (+3).
 
Prestazione molto pulita di Paul Casey, con sei birdie senza bogey, ma hanno ottenuto lo stesso esito Zach Johnson, con sette birdie e un bogey, e Jimmy Walker che di birdie ne ha realizzati otto, ma insieme a due bogey. Il montepremi è di 3.500.000 dollari.
 
PROLOGO – Jordan SpiethJordan Spieth, campione uscente e attuale numero uno mondiale, è l’indiscusso favorito nell’Hero World Challenge (3-6 dicembre), evento non ufficiale del PGA Tour, promotore Tiger Woods, che si disputa nel lussuoso Albany Resort, a New Providence nelle Bahamas.
Il resort è nato dalla collaborazione tra Tavistock Group, Tiger Woods ed Ernie Els su un’area di 600 ettari, davanti all’oceano, e dove Els ha progettato un percorso di 18 buche che ospiterà l’evento.
 
Proveranno a contrastare Spieth diciassette giocatori di ottima caratura tra i quali Bubba Watson, Dustin Johnson, Zach Johnson, Rickie Fowler, Patrick Reed, l’inglese Justin Rose, l’australiano Adam Scott e il giapponese Hideki Matsuyama. Il montepremi è di 3.500.000 dollari.
 
- Pubblicità -
660x135

- Pubblicità -
660x135