Diana Luna non ha mantenuto le promesse del secondo giro e con un terzo in 75 (+3) colpi è scivolata dal 33° al 63° posto con 219 (76 68 75, +3) nel Kraft Nabisco Campionship, il primo major stagionale femminile che si sta svolgendo al Dinah Shore Tournament Course (par 72) del Mission Hills CC, a Rancho Mirage in California. Sorpresa in vetta alla graduatoria dove la svedese Karin Sjodin (207 – 72 67 68, -9) ha agganciato la taiwanese Yani Tseng, nella foto, (68 68 71), leader mondiale, recuperandole tre colpi. Nella volata finale per il titolo la coppia di testa è insidiata da sei coreane: Haeji Kang, terza con 209 (-7), e da Na Yeon Choi, numero due nel Rolex ranking, Eun-Hee Ji, In-Kyung Kim, Hee Kyung Seo e Sun Young Yoo, quarte con 210 (-6). Tradivo il tentativo di recupero della norvegese Suzann Pettersen, da 48ª a 12ª con 212 (-4), grazie a un parziale di 66 (-6), mentre sono rimaste nell’ombra Cristie Kerr e Paula Creamer, 17.e con 213 (-3), l’australiana Karrie Webb, 24ª con 214 (-2), e la giapponese Ai Miyazato, 45ª con 217 (+1). La Sjodin, 29enne di Gotheborg il cui miglior risultato e un settimo posto nel John Q. Hammons Hotel Classic ottenuto nel 2006 anno del suo esordio nel LPGA Tour, ha segnato cinque birdie e un bogey per il 68 (-4), mentre la Tseng ha avuto un’andatura altalenante con cinque birdie e quattro bogey. Per la Luna due birdie e cinque bogey. E’ uscita al taglio Silvia Cavalleri, 87ª con 150 (73 77, +6) e fuori per due colpi. Il montepremi è di 2.000.000. I risultati

- Pubblicità -
660x135