La dilettante azzurra Virginia Elena Carta, 23ª con 140 (71 69, -2) colpi, grazie a un bel parziale di 69 (-2) ha guadagnato 24 posizioni nel secondo giro del Marathon Classic (LPGA Tour) in svolgimento sul tracciato dell’Highland Meadows Golf Club (par 71), a Sylvania nell’Ohio, e in cui non ha superato il taglio Giulia Molinaro, 134ª con 154 (77 77, +12).

Ha attaccato con decisione la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, che si è portata in vetta alla classifica con 134 (68 66, -8), affiancata dalla coreana Hyo Joo Kim (134 – 66 68). Seguono a un colpo Alison Lee e la coreana Ha Na Jang (135, -7) e a due Lee Lopez, la coreana Mirim Lee e la thailandese Ariya Jutanugarn (136, -6), All’ottavo posto con 137 (-5) la giapponese Haru Nomura, leader con Hyo Joo Kim e Mirim Lee dopo 18 buche. Ha lo stesso score della Carta la canadese Brooke M. Henderson, numero due del Rolex ranking, alla vigilia nel trio delle favorite con Ko e Jutanugarn.

Virginia Elena Carta (nella foto), al debutto nel LPGA Tour ed entrata nel field grazie al successo ottenuto a maggio nel NCAA Womens Medal Championship individuale, l’evento più prestigioso a livello di College, sta tenendo ottimamente il confronto con le proette del circuito femminile più blasonato nel mondo. Dopo il 71 (par) di partenza si è migliorata di due colpi segnando tre birdie e un bogey. Giulia Molinaro, che difenderà insieme a Giulia Sergas i colori azzurri nel torneo olimpico a Rio 2016, ha replicato il 77 (+6) iniziale con tre bogey e un triplo bogey. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.

 

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135