- Pubblicità -
660x135

Stacy Lewis (nella foto) ha portato a nove i titoli conseguiti nel LPGA Tour e comprensivi di due major, imponendosi con 268 colpi (71 64 69 64, -16) nel North Texas Shootout, sul percorso del Las Colinas Country Club (par 71), a Irving in Texas, dove non hanno superato il taglio, caduto a 144 (+2), Giulia Sergas, 85ª con 146 (74 72, +4), Giulia Molinaro, 99ª con 147 (73 74, +5), e Silvia Cavalleri, 107ª con 148 (71 77, +6).  La Lewis, 29enne di Toledo (Ohio), beffata domenica scorsa da Lydia Ko nello Swinging Skirts Classic, si è presa una rivincita indiretta sulla giovanissima neozelandese perché, per effetto di questo successo, l’ha rilevata al secondo posto della classifica mondiale, dove è rimasta al comando la coreana Inbee Park, nell’occasione solo 14ª con 279 (-5). Il suo trono, però, dopo 56 settimane di regno comincia a vacillare, perché Lewis e Ko sono a pochi centesimi di punto. Ha concluso al secondo posto con 274 (-10) la coreana Meena Lee, leader dopo tre turni insieme alla vincitrice, quindi al terzo con 275 (-9), dopo un bel balzo dal 15°, Michelle Wie, che sta attraversando un ottimo periodo, e sono terminate al quarto con 276 (-8) Kim Kaufman e la coreana Na Yeon Choi, la quale aveva bisogno di un buon piazzamento per uscite da un momento negativo. In sesta posizione con 277 (-7) Lexi Thompson, Cristie Kerr, Christina Kim, Dori Carter, l’olandese Dewi Claire Schreefel e la norvegese Suzann Pettersen, numero quattro nel Rolex ranking. La Lewis, che ha intascato 195.000 dollari su 1.300.000 in palio, ha praticamente chiuso il conto in nove buche con un parziale di 31 (-5) dovuto a un eagle ea  tre birdie. Non si è però limitata successivamente a controllare la situazione perché, scossa dall’unico bogey alla buca 11, si è rimessa a macinare gioco perfezionando il 64 (-7) con altri tre birdie. Subito in affanno con un bogey la Lee, che poi ha alternato quattro birdie e altrettanti bogey per il 71 (-1). Per la Wie 67 (-4) colpi con un eagle, cinque birdie e tre bogey, di cui due in chiusura che le sono costati la seconda piazza.   Terzo giro – La coreana Meena Lee (204 – 70 64 70, -9) è rimasta al comando nel North Texas Shootout, torneo del LPGA Tour che si sta disputando sul percorso del Las Colinas Country Club (par 71), a Irving in Texas, ma è cambiata la sua compagna di viaggio che ora è Stacy Lewis (204 – 71 64 69). Ha ceduto invece la tedesca Caroline Mason, da leader con la Lee a 18ª con 209 (-4) dopo un 75 (+4). Parteciperanno alla corsa per il titolo Dori Carter, la paraguaiana Julieta Granada e la norvegese Suzann Pettersen, terze con 205 (-8), Cristie Kerr, Christina Kim, Jennifer Johnson, Kim Kaufman, Natalie Gulbis, la thailandese Thidapa Suwannapura e la coreana Jenny Shin, seste con 206 (-7) Hanno buone possibilità anche le coreane Inbee Park, numero uno mondiale, e Na Yeon Choi, 13.e con 207 (-6), Michelle Wie e Lexi Thompson, 15.e con 208 (-5). La Lewis ha raggiunto la vetta grazie a un parziale di 69 (-2) con tre birdie e un bogey, la Lee vi è rimasta con un 70 (-1) dovuto a tre birdie e a due bogey. Sono uscite al taglio, caduto a 144 (+2), le tre italiane in gara: Giulia Sergas, 85ª con 146 (74 72, +4), Giulia Molinaro, 99ª con 147 (73 74, +5), e Silvia Cavalleri, 107ª con 148 (71 77, +6).  Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Secondo giro – La coreana Meena Lee (70 64) e la tedesca Caroline Masson (67 67) sono passate a condurre con 134 (-8) colpi nel North Texas Shootout, torneo del LPGA Tour che si sta disputando sul percorso del Las Colinas Country Club (par 71), a Irving in Texas. Sono uscite al taglio, caduto a 144 (+2), le tre italiane in gara: Giulia Sergas, 85ª con 146 (74 72, +4), Giulia Molinaro, 99ª con 147 (73 74, +5), e Silvia Cavalleri, 107ª con 148 (71 77, +6), nella foto. La coppia di testa ha un colpo di vantaggio su Stacy Lewis e su Natalie Gulbis (135, -7) e due sulla rediviva Christina Kim (136, -6), vincitrice di un Open d’Italia (2011). Al sesto posto con 137 (-5) Cristie Kerr, Dori Carter, l’olandese Dewi Claire Schreefel, la paraguaiana Julieta Granada e la norvegese Suzann Pettersen, che era leader dopo un giro con un 66 (-5). Possono ancora recuperare e competere per il titolo, con 36 buche a disposizione, la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, 20ª con 139 (-3), Michelle Wie e l’altra coreana Na Yeon Choi, 22.e con 140 (-2). Meena Lee e Stacy Lewis hanno realizzato con 64 (-7) il miglior score di giornata, la prima con un eagle, otto birdie e tre bogey, la seconda con sette birdie senza errori. La Masson ha girato in 67 (-4) con cinque birdie e un bogey. La Sergas ha provato a rimontare, ma il 72 (+1, con tre birdie e quattro bogey) le ha permesso di risalire solamente di dieci posizioni, recupero insufficiente per evitare l’uscita anticipata. Per la Molinaro 74 (+3) colpi con due birdie, tre bogey e un doppio bogey e 77 (+6) per la Cavalleri, scivolata dalla 36ª piazza, con un birdie, tre bogey e due doppi bogey.  Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Primo giro – La norvegese Suzann Pettersen ha iniziato al comando con 66 (-5) colpi il North Texas Shootout, evento nel calendario del LPGA Tour che si sta disputando sul percorso del Las Colinas Country Club (par 71), a Irving in Texas. E’ in media classifica Silvia Cavalleri, 36ª con 71 (par), sono in bassa Giulia Molinaro, 76ª con 73 (+2), e Giulia Sergas, 95ª con 74 (+3). La Pettersen, scesa dal secondo al quarto posto nel ranking mondiale dopo essere stata ferma per circa un mese a causa di dolori alla schiena, ha un colpo di vantaggio su sei concorrenti: Michelle Wie, Cristie Kerr, Cydney Clanton, Christina Kim, Dori Carter e la tedesca Caroline Masson (67, -4). In ottava posizione con  68 (-3) Amelia Lewis, la thailandese P.K. Kongkraphan e la cinese Xi Yu Lin e in 19ª con 70 (-1) la thailandese Pornanong Phatlum e la spagnola Azahara Muñoz. Ha lo stesso score della Cavalleri anche la coreana Inbee Park, leader mondiale e che era stata ad un passo dall’essere superata dalla Pettersen prima che quest’ultima fosse fermata dall’infortunio, e al 58° posto con 72 (+1) l’altra coreana Na Yeon Choi, che stenta a ritrovare la condizione. La Pettersen, 33enne di Oslo con quattordici titoli nel circuito comprensivi di due major (LPGA Championship, 2007 ed Evian Championship, 2013) e di sei nel Ladies European Tour dove ha iniziato la carriera, ha realizzato cinque birdie e tredici par. Per la Cavalleri quattro birdie e altrettanti bogey, per la Molinaro quattro birdie e sei bogey, di cui cinque consecutivi, e per la Sergas due birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   Prologo – Giulia Sergas, Silvia Cavalleri (nella foto) e Giulia Molinaro non si concedono pause e scendono in campo anche nel North Texas Shootout (1-4 maggio), evento nel calendario del LPGA Tour che avrà luogo sul percorso del Las Colinas Country Club, a Irving in Texas. Difende il titolo Inbee Park, numero uno mondiale e alla 55ª settimana di regno, che dovrà guardarsi dai tentativi di rimonta di Stacy Lewis, terza nel ranking, e della norvegese Suzann Pettersen, quarta e da 360 settimane tra le top ten Quest’ultima era arrivata a pochi centesimi di punto dalla coreana, ma si è dovuta fermare per qualche tempo perdendo punteggio e due posizioni. Sarà assente la 17enne neozelandese Lydia Ko, salita al secondo posto dopo la vittoria nello Swinging Skirts Classic. Sul tee di partenza anche  Michelle Wie e Cristie Kerr, le coreane So Yeon Ryu e Na Yeon Choi, la thailandese Pornanong Phatlum e le spagnole Azahara Muñoz e Beatriz Recari. Giulia Sergas, 43ª nella money list americana, ha fatto il punto sulle sue prestazioni: “Ormai siamo a stagione inoltrata – ha detto –  e posso dire di aver effettuato molti giri ad altissimo livello su campi difficili e in condizioni climatiche critiche, e altri di poca soddisfazione, dove le mie aspettative hanno fatto si che montasse troppo la rabbia dopo qualche errore sciocco. Comunque esprimo un gioco piuttosto solido soprattutto in allenamento. Durante il Nabisco Championship, il primo major stagionale, ho lavorato molto con le mie coach di Vision54 e sono sempre più contenta di quanto sto costruendo assieme a loro. Adesso si entra in un periodo di tornei intenso e mi sento motivata e determinata”. Silvia Cavalleri e Giulia Molinaro sono entrambe oltre il 100° posto nell’ordine di merito e hanno l’imperativo di un buon risultato per portarsi in zone che garantiscano la ‘carta’.

- Pubblicità -
660x135