Stacy Lewis (197 – 67 63 67, -16) ha travolto le avversarie nello ShopRite Classic (LPGA Tour), sul tracciato del Bay Course (par 71) allo Stockton Seaview Hotel & Golf Club di Galloway nel New Jersey. Con un passo proibitivo per tutte, ha lasciato a sei colpi Christina Kim, seconda con 203 (-10), tornata alla ribalta dopo un lungo periodo di oblio, e a sette Gerina Piller, Jennifer Johnson, la svedese Anna Nordqvist e la coreana Haeji Kang, terze con 204 (-9). Si è mantenuta a metà classifica Giulia Sergas, 38ª con 211 (74 67 70, -2), e hanno fatto piccola, ma preziosa cassa per la money list Giulia Molinaro, 60ª con 214 (69 74 71, +1), e Silvia Cavalleri, 64ª con 215 (70 73 72, +2). Tra le top ten, dopo una gara senza acuti, la coreana Inbee Park, la cinese Shanshan Feng e l’australiana Karrie Webb, ottave con 206 (-7), insieme alla spagnola Azahara Muñoz e all’altra coreana Meena Lee. Al 13° posto con 207 (-6) la norvegese Suzann Pettersen, al 23° con 209 (-4) Michelle Wie e Paula Creamer e al 48° con 212 (-1) la neozelandese Lydia Ko. La Lewis, 29enne di Toledo (Ohio), dopo aver preso il comando con un gran 63 (-8) nel secondo turno, non ha minimamente abbassato la guarda e ha dilatato il suo vantaggio con un 67 (-4) dovuto a sei birdie e a due bogey. La Sergas (70) è scesa di un colpo sotto il par con quattro bride e tre bogey; la Molinaro ha viaggiato in par con quattro birdie, due bogey e un doppio bogey, e la Cavalleri (72) è andata un colpo sopra con quattro birdie e cinque bogey. La Lewis, al secondo titolo stagionale che ha portato a undici (due major compresi) quelli nel suo palmares, è stata gratificata con 225.000 dollari (montepremi 1.500.000 dollari).   Secondo giro – Giulia Sergas ha riscattato l’opaco primo giro e con un 67 (-4) nel secondo e lo score di 141 (74 67, -1) colpi è balzata dal 112° al 36° posto nello ShopRite Classic (LPGA Tour), che si sta svolgendo sul tracciato del Bay Course (par 71) allo Stockton Seaview Hotel & Golf Club di Galloway nel New Jersey. Hanno fatto passi indietro, ma hanno superato il taglio Silvia Cavalleri (70 73) e Giulia Molinaro (69 74), entrambe 55.e con 143 (+1), alla pari con Paula Creamer, con la neozelandese Lydia Ko e con la taiwanese Yani Tseng. Grazie a un parziale di 63 (-8), di gran lunga il migliore score di giornata, ha preso il comando Stacy Lewis (130 – 67 63, -12) numero due mondiale. La segue Christina Kim (131, -11), che dopo un lungo periodo in ombra sembra decisa a risalire la china. E’ scesa al terzo posto con 132 (-10) Jennifer Johnson, leader dopo un turno, e sono al quarto con 134 (-8) Gerina Piller e la svedese Anna Nordqvist. Solo settima con 136 (66 70, -6) la coreana Inbee Park, numero uno nel Rolex Ranking, che rischia di perdere lo scettro sotto l’attacco della Lewis. Con un solo giro da disputare sono fuori gioco Michelle Wie e l’australiana Karrie Webb, 19.e con 139 (-3), la norvegese Suzann Pettersen, 30ª con 140 (-2), e la giapponese Ai Miyazato, 47ª con 142 (par). La Lewis è stata inappuntabile e ha operato la sua rimonta dalla sesta piazza con otto birdie, senza bogey. La Sergas ha segnato cinque birdie e un bogey, la Cavalleri tre birdie e cinque bogey per il 73 (+2) e la Molinaro quattro birdie, tre bogey e due doppi bogey per il 74 (+3). Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   Secondo giro – Jennifer Johnson ha sorpreso tutte le migliori e con un gran giro in 62 (-9) colpi si è portata in vetta allo ShopRite Classic (LPGA Tour) che si sta svolgendo sul tracciato del Bay Course (PAR 71) allo Stockton Seaview Hotel & Golf Club di Galloway nel New Jersey. Si sono ben difese Giulia Molinaro (nella foto), 27ª con 69 (-2), e Silvia Cavalleri, 44ª con 70 (-1), mentre ha avuto difficoltà Giulia Sergas, 112ª con 74 (+3). La Johnson, 23enne di San Diego con un titolo nel circuito, è seguita con 63 (-8) dalla giapponese Haru Nomura, con 64 (-7) da Christina Kim e con 66 (-5) dalle coreane Inbee Park, leader mondiale, e Na Yeon Choi. Nel gruppetto al sesto posto con 67 (-5) Stacy Lewis, numero due, e Michelle Wie, e al 15° con 68 (-3) la neozelandese Lydia Ko, numero tre. L’australiana Karrie Webb ha lo stesso score della Molinaro e la norvegese Suzann Pettersen affianca la Cavalleri. Accusano distacchi già consistenti la taiwanese Yany Tseng e la coreana So Yeon Ryu, 82.e con 72 (+1), la giapponese Ai Miyazato, 95ª con 73 (+2), e la cinese Shanshan Feng, 112ª con 74 (+3). Dieci birdie e un bogey hanno caratterizzato il cammino della Johnson. Si sono tenute sotto par la Molinaro con quattro birdie e due bogey e la Cavalleri con tre birdie e due bogey. La Sergas è andata sopra con due birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   Prologo – Giulia Sergas, Silvia Cavalleri e Giulia Molinaro non si concedono pause e scendono nuovamente in campo per disputare lo ShopRite Classic (30 maggio-1 giugno, 54 buche) sul tracciato del Bay Course allo Stockton Seaview Hotel & Golf Club di Galloway nel New Jersey. Difende il titolo l’australiana Karrie Webb, numero sei del Rolex Ranking, in una gara in cui saranno presenti le prime dieci dell’ordine di merito mondiale. Le prime tre daranno vita a una nuova puntata di un braccio di ferro che vede la coreana Inbee Park, attuale leader e in vetta da 59 settimane, impegnata a respingere gli attacchi di Stacy Lewis e della 17enne neozelandese Lydia Ko, che le sono a ridosso. Contribuiranno allo spettacolo inoltre la norvegese Suzann Pettersen (numero 4), Lexi Thompson (n. 5), e le altre quattro proettes che seguono la Webb, nell’ordine la cinese Shanshan Feng, la coreana So Yeon Ryu, la svedese Anna Nordqvist e Michelle Wie. Sul tee di partenza anche Paula Creamer, Cristie Kerr, Jessica Korda, la taiwanese Yani Tseng, le giapponesi Ai Miyazato e Mika Miyazato. Le tre azzurre hanno lo stesso obiettivo, ossia conseguire un buon risultato, la Sergas per rientrare tra le top 100 della classifica mondiale (attualmente 104ª), la Cavalleri e la Molinaro per rinvigorire una money list piuttosto anemica. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   I risultati

 

- Pubblicità -
660x135