La francese Gwladys Nocera (nella foto) ha colto il 14° successo nel Ladies European Tour imponendosi con 271 colpi (68 65 68 70, -13) nella Lalla Meryem Cup, versione al femminile del Trophée Hassan II che si è svolta in contemporanea sempre ad Adagir in Marocco, ma sul percorso del Golf de l’Ocean (par 71). Punteggi alti per le tre italiane in campo: Margherita Rigon, 49ª con 288 (72 70 75 71, +4), Sophie Sandolo, 60ª con 292 (72 70 78 72, +8), e  Stefania Croce, 74ª con 297 (74 71 80 72, +13).   Al comando dal secondo giro – La Nocera, 40enne di Moulins nel cui palmares figurano anche un successo nella money list del 2008 e uno nel circuito femminile australiano, ha preso il comando dopo due giri ed è partita molto forte in quello finale con quattro birdie in undici buche. Successivamente ha gestito la gara e, per accusando due bogey (70, -2), ha lasciato a due colpi la sudafricana Nicole Garcia e le inglesi Melissa Reid e Felicity Johnson (273, -11). Al quinto posto con 275 (-9) la danese Nanna Koerstz Madsen, al sesto con 276 (-8) la francese Celine Herbin, al settimo con 277 (-7) la svizzera Melanie Maetzler, all’ottavo con 278 (-6) le francesi Isabelle Boineau e Anne-Lise Caudal, l’inglese Charley Hull, la scozzese Pamela Pretswell e l’elvetica Anais Maggetti.   La Rigon ha recuperato dodici posizioni in chiusura grazie a un 71 (par) con tre birdie e tre bogey, per la Sandolo 72 (+1) colpi con due birdie e tre bogey e stesso score per la Croce con un birdie e due bogey. Alla Nocera è andato un assegno di 67.500 euro su un montepremi di 450.000 euro.     TERZO GIRO – La francese Gwladys Nocera ha mantenuto la leadership con 201 colpi (68 65 68, -12) e proverà a conquistare il 14° titolo sul Ladies European Tour nel giro finale della Lalla Meryem Cup, versione al femminile del Trophée Hassan II che si sta svolgendo in contemporanea sempre ad Adagir in Marocco, ma sul percorso del Golf de l’Ocean (par 71). Hanno perso posizioni le tre italiane in campo: Margherita Rigon, 61ª con 217 (72 70 75, +4). Sophie Sandolo, 66ª con 220 (72 70 78, +7), e Stefania Croce, 74ª con 225 (74 71 80, +12).   La Nocera, 40enne di Moulins, ha portato a due i colpi di vantaggio sulla sudafricana Nicole Garcia (203, -10) e ne accusano quattro di ritardo l’inglese Eleanor Givens e la finlandese Ursula Wikstrom, terze con 205 (-8). Ha qualche chance di poter lottare per il successo l’inglese Felicity Johnson, sesta con 206 (-7), mentre sono quasi nulle quelle della danese Nanna Koerstz Madsen, della francese Celine Herbin e delle inglesi Florentyna Parker e Melissa Reid, seste con 207 (-6).   Sei birdie e tre bogey per un 68 (-3) hanno caratterizzato il cammino della Nocera, mentre la Garcia le ha ceduto un colpo con un parziale di 69 (-2, con tre birdie e un bogey). Per la Rigon 75 (+4) colpi con quattro birdie, quattro bogey e due doppi bogey, per la Sandolo 78 (+7) con cinque bogey e un doppio bogey e 80 (+9) per la Croce con due birdie, otto bogey e un triplo bogey. Il montepremi è di 450.000 euro.     SECONDO GIRO – Sono rimaste in gara le tre azzurre che stanno disputando la Lalla Meryem Cup (Ladies European Tour), versione al femminile del Trophée Hassan II che si sta svolgendo in contemporanea sempre ad Adagir in Marocco, ma sul percorso del Golf de l’Ocean (par 71). Sono al 33° posto con 142 (par) Sophie Sandolo (72 70) e Margherita Rigon (72 70), nella foto, e ha superato il taglio con l’ultimo punteggio utile Stefania Croce, 61ª con 145 (74 71, +3).   Si rivede Gwladys Nocera – Nuova leader con 133 colpi (68 65, -9) è la francese Gwlayds Nocera, rinvenuta con un gran 65 (-6), lo stesso parziale che ha permesso alla sudafricana Nicole Garcia di installarsi al secondo posto con 134 (69 65, -8). In terza posizione con 135 (-7) la finlandese Ursula Wikstrom e la brillante dilettante transalpina Mathilda Cappeliez, in quinta con 136 (-6) l’inglese Felicity Johnson e l’altra francese Anne-Lise Caudal e in settima con 137 (-5) la danese Nanna Koerstz Madsen, le inglesi Eleanor Parker e Melissa Reid e la transalpina Celine Herbin. Solo in 13ª con 139 (-3) la norvegese Tonje Daffinrud, in vetta con la Wikstrom dopo un giro.   La Nocera, 40enne di Moulins con tredici successi nel LET, ha marciato con sei birdie senza bogey, mentre ne ha trovato uno la Garcia, ampiamente compensato con un eagle e cinque birdie. Nel 70 (-1) della Sandolo tre birdie e due bogey, in quello della Rigon quattro birdie e tre bogey, nel 71 della Croce quattro birdie e quattro bogey. Sono in palio 450.000 euro.   PRIMO GIRO – Margherita Rigon  e Sophie Sandolo sono al 50° posto con 72 (+1) colpi dopo il giro iniziale della Lalla Meryem Cup (Ladies European Tour), versione al femminile del Trophée Hassan II che si sta svolgendo in contemporanea sempre ad Adagir in Marocco, ma sul percorso del Golf de l’Ocean (par 71). E’ oltre la linea del taglio Stefania Croce, 76ª con 74 (+3).   Nordiche al comando – Sono al comando con 67 (-4) colpi Tonje Daffinrud, 24enne norvegese di Tonsberg, e Ursula Wikstrom, 35enne finlandese di Espoo, tallonate con 68 (-3) da ben dieci concorrenti: le francesi Anne-Lise Caudal, Jade Schaeffer, Gwladys Nocera, Celine Herbin e Mathilda Cappeliez (amateur), le inglesi Trish Johnson, Florentyna Parker, Eleanor Givers e Felicity Johnson e la danese Nicole Broch Larsen. A ridosso con 69 (-2) la thailandese Titiya Plucksataporn, la transalpina Valentine Derrey e l’inglese Melissa Reid.   La Daffinrud, lo scorso anno brillante protagonista nel LET Access, il secondo tour femminile continentale, ha segnato quattro birdie, la Wikstrom cinque birdie e un bogey. Per la Rigon tre birdie e quattro bogey, per la Sandolo un birdie e due bogey, per la Croce quattro birdie, cinque bogey e un doppio bogey. Sono in palio 450.000 euro.

 

PROLOGO – Il Ladies European Tour propone la Lalla Meryem Cup (26-29 marzo), versione al femminile del Trophée Hassan II che si svolge in contemporanea sempre ad Adagir in Marocco, ma sul percorso del Golf de l’Ocean.   Tre le azzurre al via, Margherita Rigon, Sophie Sandolo e Stefania Croce in un field che comprende, tra le altre, le inglesi Charley Hull, Holly Clyburn e Melissa Reid, le francesi Gwladys Nocera, Valentine Derrey e Cassandra Kirkland, la statunitense Beth Allen, le sudafricane Stacy Lee Bregman e Connie Chen, la danese Malene Jorgensen e la svedese Camilla Lennarth. Sono in palio 450.000 euro.   I risultati

- Pubblicità -
660x135