Matteo Cristoni, autore di un’ottima prova, si è classificato al secondo posto nel French International Boys Championship Michel Carlhian Trophy, sul percorso del Les Aisses Golf Club (par 72) a La Ferte Saint Aubin, in Francia dove è stato superato il finale dal tedesco Philipp Katich per 9/8. E’ il secondo anno consecutivo che un azzurro si gioca il titolo dopo l’epilogo tutto italiano dello scorso anno con successo di Andrea Romano su Pietro Bovari.
Cristoni (nella foto), 16enne modenese tesserato per il Modena G&CC, ha contrastato l’avversario sulle prime buche, poi Katich ha progressivamente preso il largo chiudendo il match alla 28ª dopo aver messo a segno un eagle e otto birdie. L’azzurro, è arrivato all’atto conclusivo superando il danese Alexander Birk Topgaard (7/5), Dylan De Prosperis (22ª) e i francesi Tom Vaillant (1 up) e Nathan Trey (1 up).
Si è fermato nei quarti Luca Civello (1 up sull’inglese Habebul Islam, 1 up sullo svizzero Loic Ettlin e 3/1 da Philipp Katich) ed è uscito al primo turno Pietro Bovari (alla 19ª dall’austriaco Christoph Bleier) dove De Prosperis aveva battuto lo slovacco Lukas Zustak (2 up). Due turni per Alessio Battista nel Pierre Massie Trophy (6/4 sul transalpino Valentin Luna e 1 up dal connazionale Balthazar Duclos), in un tabellone a 16 (classificati nella qualifica dopo i primi 32).
Nations Cup agli azzurri – A completamento della bella prestazione degli italiani il successo nella Nations Cup (291, +3) con lo stesso Cristoni, Bovari e Nicolas Lucas Fallotico, davanti a Svizzera 1, stesso punteggio, e a Inghilterra 2 con 293 (+5). In 16ª posizione con 303 (+15) Italia 2 (De Prosperis, Battista, Manfredi).
La qualifica – Nella qualificazione su 36 buche medal Matteo Cristoni (72 73) e Luca Civello (72 73) sono terminati quarti con 145 (+1), Pietro Bovari, ottavo con 146 (73 73, +2), e Dylan De Prosperis, 19° con 149 (75 74, +5). In tre hanno concluso al primo posto con 144 (par) e sono andati nell’ordine sul tabellone l’olandese Benjamin Reuter (74 70), il francese Elliot Anger (71 73) e Philipp Katich (69 75).
Non hanno superato il taglio Lucas Nicolas Fallotico, 47° con 153 (76 77, +9), Alessio Battista, 56° con 154 (78 76, +10), e Gianmarco Manfredi, 97° con 160 (78 82, +16). Il team azzurro è stato assistito dai tecnici Giovanni Gaudioso e Giorgio Grillo.
IL TORNEO FEMMINILE A LUCIE MALCHIRAND – Buone cose anche nel French International Lady Juniors’ Amateur Championship – Esmond Trophy, al Saint Cloud Golf Club (par 71) di Garches, dove le sette italiane in gara hanno superato tutte la qualificazione, con Caterina Don e Anna Zanusso che sono giunte sino ai quarti. Il torneo è stato vinto dalla francese Lucie Malchirand che solo nelle ultime buche, in una finale molto equilibrata e combattuta, ha sconfitto la connazionale Pauline Roussin-Bouchard (3/1), a segno nei recenti Internazionali d’Italia.
Caterina Don ha incontrato nei match play tre svedesi, tutte molto forti. Dopo aver battuto, disputando ben 43 buche, Ester Fagersten (22) e Maja Stark (21), ha ceduto per 1 up a Ingrid Lindblad. Anna Zanusso ha messo fuori gioco Carolina Melgrati (1 up) e la danese Anne Normann (2/1), vincitrice in precedenza su Virgina Bossi (2/1), poi ha lasciato strada alla francese Lucie Malchirand (2/1).
E’ uscita nel secondo turno Benedetta Moresco (2/1 sulla svizzera Chiara Tamburlini e 2/1 da Lucie Malchirand) e nel primo Emilie Alba Paltrinieri (3/2 da Pauline Roussin-Bouchard) e Alessia Nobilio (alla 19ª dall’inglese Lily May Humphreys). Nella qualificazione su 36 buche medal, Caterina Don (71 70) e Carolina Melgrati (70 71), si sono classificate quarte con 141 (-1), Virginia Bossi, nona con 142 (72 70, par), Benedetta Moresco (73 71) e Alessia Nobilio (70 74), 13.e con 144 (+2), Anna Zanusso (76 69) ed Emilie Alba Paltrinieri (71 74), 24.e con 145 (+3). Al vertice Lucie Malchirand con 135 (68 67, -7), che ha preceduto la svedese Ingrid Lindblad (137, -5) e Pauline Roussin-Bouchard (139, -3).
Nella Nations Cup successo di Svezia 2 (276, -8) che ha avuto la meglio su Francia 2 (277, -7) e su  Francia 1 (278, -6). Quarta piazza con 284 (par) per Italia 2 (Bossi, Moresco, Zanusso) e sesta con 285 (+1) per Italia 1 (Nobilio, Don, Paltrinieri). Hanno accompagnato la squadra Stefano Sardi e l’allenatore Luigi Zappa.
I RISULTATI

div#nav-gallery {
width: 100% !important;
height: 160px;
overflow: hidden;
}

Matteo Cristoni, autore di un’ottima prova, si è classificato al secondo posto nel French International Boys Championship Michel Carlhian Trophy, sul percorso del Les Aisses Golf Club (par 72) a La Ferte Saint Aubin, in Francia dove è stato superato il finale dal tedesco Philipp Katich per 9/8. E’ il secondo anno consecutivo che un azzurro si gioca il titolo dopo l’epilogo tutto italiano dello scorso anno con successo di Andrea Romano su Pietro Bovari.
Cristoni (nella foto), 16enne modenese tesserato per il Modena G&CC, ha contrastato l’avversario sulle prime buche, poi Katich ha progressivamente preso il largo chiudendo il match alla 28ª dopo aver messo a segno un eagle e otto birdie. L’azzurro, è arrivato all’atto conclusivo superando il danese Alexander Birk Topgaard (7/5), Dylan De Prosperis (22ª) e i francesi Tom Vaillant (1 up) e Nathan Trey (1 up).
Si è fermato nei quarti Luca Civello (1 up sull’inglese Habebul Islam, 1 up sullo svizzero Loic Ettlin e 3/1 da Philipp Katich) ed è uscito al primo turno Pietro Bovari (alla 19ª dall’austriaco Christoph Bleier) dove De Prosperis aveva battuto lo slovacco Lukas Zustak (2 up). Due turni per Alessio Battista nel Pierre Massie Trophy (6/4 sul transalpino Valentin Luna e 1 up dal connazionale Balthazar Duclos), in un tabellone a 16 (classificati nella qualifica dopo i primi 32).
Nations Cup agli azzurri – A completamento della bella prestazione degli italiani il successo nella Nations Cup (291, +3) con lo stesso Cristoni, Bovari e Nicolas Lucas Fallotico, davanti a Svizzera 1, stesso punteggio, e a Inghilterra 2 con 293 (+5). In 16ª posizione con 303 (+15) Italia 2 (De Prosperis, Battista, Manfredi).
La qualifica – Nella qualificazione su 36 buche medal Matteo Cristoni (72 73) e Luca Civello (72 73) sono terminati quarti con 145 (+1), Pietro Bovari, ottavo con 146 (73 73, +2), e Dylan De Prosperis, 19° con 149 (75 74, +5). In tre hanno concluso al primo posto con 144 (par) e sono andati nell’ordine sul tabellone l’olandese Benjamin Reuter (74 70), il francese Elliot Anger (71 73) e Philipp Katich (69 75).
Non hanno superato il taglio Lucas Nicolas Fallotico, 47° con 153 (76 77, +9), Alessio Battista, 56° con 154 (78 76, +10), e Gianmarco Manfredi, 97° con 160 (78 82, +16). Il team azzurro è stato assistito dai tecnici Giovanni Gaudioso e Giorgio Grillo.
IL TORNEO FEMMINILE A LUCIE MALCHIRAND – Buone cose anche nel French International Lady Juniors’ Amateur Championship – Esmond Trophy, al Saint Cloud Golf Club (par 71) di Garches, dove le sette italiane in gara hanno superato tutte la qualificazione, con Caterina Don e Anna Zanusso che sono giunte sino ai quarti. Il torneo è stato vinto dalla francese Lucie Malchirand che solo nelle ultime buche, in una finale molto equilibrata e combattuta, ha sconfitto la connazionale Pauline Roussin-Bouchard (3/1), a segno nei recenti Internazionali d’Italia.
Caterina Don ha incontrato nei match play tre svedesi, tutte molto forti. Dopo aver battuto, disputando ben 43 buche, Ester Fagersten (22) e Maja Stark (21), ha ceduto per 1 up a Ingrid Lindblad. Anna Zanusso ha messo fuori gioco Carolina Melgrati (1 up) e la danese Anne Normann (2/1), vincitrice in precedenza su Virgina Bossi (2/1), poi ha lasciato strada alla francese Lucie Malchirand (2/1).
E’ uscita nel secondo turno Benedetta Moresco (2/1 sulla svizzera Chiara Tamburlini e 2/1 da Lucie Malchirand) e nel primo Emilie Alba Paltrinieri (3/2 da Pauline Roussin-Bouchard) e Alessia Nobilio (alla 19ª dall’inglese Lily May Humphreys). Nella qualificazione su 36 buche medal, Caterina Don (71 70) e Carolina Melgrati (70 71), si sono classificate quarte con 141 (-1), Virginia Bossi, nona con 142 (72 70, par), Benedetta Moresco (73 71) e Alessia Nobilio (70 74), 13.e con 144 (+2), Anna Zanusso (76 69) ed Emilie Alba Paltrinieri (71 74), 24.e con 145 (+3). Al vertice Lucie Malchirand con 135 (68 67, -7), che ha preceduto la svedese Ingrid Lindblad (137, -5) e Pauline Roussin-Bouchard (139, -3).
Nella Nations Cup successo di Svezia 2 (276, -8) che ha avuto la meglio su Francia 2 (277, -7) e su  Francia 1 (278, -6). Quarta piazza con 284 (par) per Italia 2 (Bossi, Moresco, Zanusso) e sesta con 285 (+1) per Italia 1 (Nobilio, Don, Paltrinieri). Hanno accompagnato la squadra Stefano Sardi e l’allenatore Luigi Zappa.
I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135