L’USGA e il R&A di St. Andrews stanno lavorando per sviluppare un sistema unico di handicap valido in tutto il mondo. Attualmente più di quindici milioni di giocatori in oltre 80 Paesi hanno un handicap – riferimento numerico che indica il potenziale livello di abilità – ma questi vengono assegnati e modificati attraverso diversi criteri gestiti da Golf Australia, Council of National Golf Unions (CONGU) per la  Gran Bretagna e Irlanda, dall’Europan Golf Association (EGA), dalla South African Golf Association (SAGA), dell’Argentine Golf Association (AAG) e dall’United States Golf Association (USGA)

Allo scopo di individuare principi e procedure da adottare universalmente è stata costituita una commissione condotta dall’USGA e dal R&A che comprende i rappresentanti degli altri enti che gestiscono l’handicap insieme a esponenti della Japan Golf Association e del Golf Canada. Tale commissione dovrà dare delle risposte entro la fine dell’anno.

- Pubblicità -
660x135