Dopo la tappa in Messico per il Mayakoba Golf Classic, il PGA Tour 2019 ritorna sul suolo americano. Da domani, giovedì 15 novembre, andrà in scena il The RSM Classic, torneo organizzato dalla Davis Love Foundation con montepremi di 6,2 milioni di dollari che si disputa presso il Sea Island Golf Club di Sea Island (Georgia, Stati Uniti). Il percorso prevede una curiosa particolarità: nei primi giri infatti i giocatori si alterneranno sui due differenti campi di gioco della struttura che ospita l’evento, il par 70 del Seaside Course e il par 72 del Plantation Course. Terzo e quarto round saranno invece entrambi sul Seaside Course. Non moltissimi i nomi di primo piano del tour americano presenti al via e non semplice individuare un vero e proprio favorito. Ci saranno il vincitore dello scorso anno, lo statunitense Austin Cook, che cercherà la seconda vittoria in carriera sul PGA, e il secondo classificato, l’americano J.J. Spaun, reduce dall’ottimo terzo posto in Messico la scorsa settimana. Il giocatore più atteso è forse Webb Simpson, vincitore quest’anno del The Players Championship e n.20 del ranking mondiale. Occhi puntati anche sul giovane californiano Cameron Champ, che al suo primo anno sul PGA Tour ha già ottenuto una vittoria (al Sanderson Farms Championship) e arriva dal decimo posto al Mayakoba Golf Classic. Attenzione anche a Jason Dufner, vincitore del PGA Championship nel 2013 e alla ricerca di una vittoria che manca da più di un anno, e a Zach Johnson, che dall’Open Championship del 2015 non riesce a tornare al successo. Il The RSM Classic ha fatto il suo esordio sul PGA nel 2010 e in questa 9a edizione saranno presenti anche molti vincitori del passato. Tra questi Kevin Kisner, che ha fatto registrare il record del torneo con -22 nel 2015, Tommy Gainey, trionfatore nel 2012 con un ultimo giro in 60 (record del percorso), il canadese Mackenzie Hughes, e gli statunitensi Robert Strebb, Chris Kirk e Ben Crane. Saranno poi al via tre grandi campioni del passato, inseriti di recente nella Golf Hall of Fame: il padrone di casa Davis Love III e i due sudafricani Ernie Els e Retief Goosen. roberto.pozzi@oasport.it Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter Foto: masuti / Shutterstock.com