Restano soltanto diciotto buche alla conclusione del Commercial Bank Qatar Master 2019, torneo dello European Tour in corso di svolgimento presso il Golf Club di Doha (Qatar). La classifica provvisoria al termine del terzo giro vede al comando in solitaria l’inglese Oliver Wilson con lo score complessivo di -10. Il giocatore britannico ha realizzato oggi quattro birdie e un bogey (il primo sino ad ora nel torneo), dimostrando di trovarsi particolarmente a suo agio sul percorso. Nella giornata di domani il 38enne nato a Mansfield cercherà di conquistare la seconda vittoria in carriera sul massimo circuito europeo, ma dovrà guardarsi attentamente le spalle dai molti pretendenti ancora in lotta per il successo finale. La classifica si presenta infatti decisamente corta. Un quartetto composto dall’australiano Nick Cullen, dallo spagnolo Nacho Elvira, dal sudafricano Erik van Rooyen e dal francese Mike Lorenzo-Vera occupa la seconda posizione, con un solo colpo di ritardo dalla testa. Appena più indietro, con lo score complessivo di -8, altri quattro giocatori momentaneamente al sesto posto: il belga Thomas Detry, lo svedese Anton Karlsson e gli australiani Jake McLeod (autore del miglior giro di giornata chiuso in 66 colpi con ben due eagle) e Min Woo Lee. Tra coloro che possono ancora puntare alla vittoria c’è sicuramente anche il numeroso gruppo in decima posizione a -7, di cui fanno parte gli spagnoli Adri Arnaus e Jorge Campillo, il gallese Bradley Dredge, lo statunitense Kurt Kitayama e i sudafricani Christiaan Bezuidenhout, George Coetzee e Justin Harding. Giornata indubbiamente negativa per Filippo Bergamaschi, unico azzurro ad aver superato il taglio. Il giovane golfista lombardo non è riuscito a replicare quanto fatto ieri e ha chiuso il terzo giro con lo score di +4, realizzando sei bogey e appena due birdie, precipitando in 70a posizione a +2 per il torneo. L’obiettivo per domani sarà quello di risalire quanto più possibile e raccogliere punti importanti nella RacetoDubai per il proseguimento della stagione. Tra coloro che non hanno brillato anche lo spagnolo Alejandro Canizares, il sudafricano Brandon Stone e il tailandese Thongchai Jaidee, tutti nelle vicinanze dell’azzurro.   roberto.pozzi@oasport.it Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter Foto: Isogood_patrick / Shutterstock.com