Dopo quasi sei mesi torna a disputarsi un torneo delle Rolex Series, il circuito più importante all’interno dell’European Tour. L’appuntamento è con il Dubai Duty Free Irish Open, torneo dalla lunghissima tradizione, che però ha trovato solo dal 1975 un suo posto fisso nel calendario della stagione europea. Si contano diversi grandi tra i vincitori: Seve Ballesteros (tre vittorie), Bernhard Langer (tre), Ian Woosnam (due), Josè Maria Olazabal (una), Nick Faldo (tre consecutive), Sergio Garcia (una), Colin Montgomerie (tre), Padraig Harrington (una). Negli ultimi tre anni a trionfare sono stati Rory McIlroy, Jon Rahm e Russell Knox. Se il numero 3 del mondo non si presenterà a Lahinch, ci saranno invece gli ultimi due capaci di conquistare il primo posto in un field di alto livello, che comprende tra gli altri tutta la parte principale della truppa inglese: Tommy Fleetwood, Matt Wallace, Ian Poulter, Eddie Pepperell, Danny Willett, Lee Westwood e Tyrrell Hatton. Si presenta al via anche Shane Lowry: l’irlandese è l’unico ad aver conquistato il torneo da amateur, nel 2009. Sono sei gli italiani impegnati. Uno di essi, Edoardo Molinari, ha ottenuto il miglior risultato per un nostro golfista in questo torneo, chiudendo al secondo posto con un solo colpo di ritardo dal finlandese Mikko Ilonen. Con il fratello di Francesco ci sono Andrea Pavan, Guido Migliozzi (appena uscito di pochissimo dai primi 100 del mondo), Renato Paratore, Nino Bertasio e Lorenzo Gagli. L’entry list ha escluso di pochissimo Filippo Bergamaschi. Il percorso del Lahinch Golf Club, che si affaccia direttamente sull’Oceano, ha una lunghissima storia, dal momento che è stato portato alla luce nel lontano 1893. Curiosamente, è la prima volta che ospita l’Irish Open. Il tracciato è un par 70: nelle prime 9 si gira in 34 colpi, nelle seconde 9 in 36. CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL GOLF federico.rossini@oasport.it Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter Foto: masuti / Shutterstock.com