Succede di tutto nell’ultimo giro dell’Hero Indian Open di Nuova Delhi: l’americano Julian Suri e l’inglese Callum Shinkwin buttano via la vittoria finale con giri in +5 e +6 che li relegano in quarta e sesta posizione, rispettivamente a -6 e -5. Chi raccoglie l’occasione buona è Stephen Gallacher, che trova un giro in -1 e conclude, complessivamente, in -9, con la perla del birdie all’ultima buca che gli permette di staccare di un colpo il giapponese Masahito Kawamura. Al terzo posto si colloca, a -7, lo spagnolo Jorge Campillo, autore di un -5 di giornata e che per lungo tempo sogna un playoff per il successo. Oltre a Suri, al quarto posto finisce il sudafricano Christiaan Bezuidenhout, mentre in sesta posizione Shinkwin è accompagnato dall’altro spagnolo Nacho Elvira e da due ulteriori sudafricani, Erik van Rooyen e George Coetzee. Finisce decimo un nutrito gruppo di otto uomini, tra i quali va annoverato il francese Victor Dubuisson, costante lungo tutto il torneo e alla fine a -4. Degli italiani, il migliore è Nino Bertasio, autore, assieme a Campillo, del miglior giro odierno: -5, con cui conclude al 18° posto. Finiscono in ventisettesima posizione, insieme, Andrea Pavan e Lorenzo Gagli, che finiscono nel calderone delle tantissime vittime di una giornata difficile. Rimane, questa, una settimana positiva per tutti e tre, in attesa dei futuri impegni sull’European Tour. Nella prossima settimana non ci sarà alcun torneo, in attesa del Masters di Augusta, primo Major dell’anno. Il tour europeo ritornerà in scena dal 25 aprile con il Trophée Hassan II a Rabat, in Marocco. CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL GOLF federico.rossini@oasport.it Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter Foto: LaPresse