È iniziato oggi l’Open de España. Dopo le prime diciotto buche, al Centro Nacional de Golf di Madrid, troviamo due golfisti al comando della classifica, con uno score di 66, ovvero -6. Uno di questi è lo scozzese Marc Warren, strepitoso nella parte finale del suo giro, quando ha realizzato cinque birdie nelle ultime sette buche (tre nelle ultime tre). L’altro è invece l’irlandese Paul Dunne, che ha piazzato la zampata proprio all’ultima buca, in cui ha realizzato un eagle. Ma la classifica è cortissima e ci sono ben 23 giocatori in tre colpi. Alle spalle del duo di testa, infatti, ce ne sono ben 11, tra i quali figura anche il favoritissimo della vigilia, Jon Rahm. Lo spagnolo ha fatto un giro abbastanza regolare, con quattro birdie, un eagle (alla 18) e un bogey. Il suo totale di -5 lo pone quindi in seconda posizione, insieme al connazionale Victor Pastor (amateur), gli inglesi Jonathan Thomson, Callum Shinkwin e Aaron Rai, gli svedesi Alexander Bjork e Henric Sturehed, l’austriaco Matthias Schwab, il francese Julien Guerrier, l’australiano Jason Norris e il sudafricano Erik Van Rooyen. Sei gli italiani in gara. I migliori sono Matteo Manassero e Nino Bertasio, al 23° posto a -3: il primo ha realizzato un giro da cinque birdie e due bogey; il secondo sei birdie e tre bogey. Subito dietro di loro Renato Paratore, 41° a -2, nonostante un doppio bogey alla buca 11, insieme a Lorenzo Gagli. Andrea Pavan è invece 63° a -1, con due birdie e un bogey sulla sua carta, mentre Edoardo Molinari è in pari col par, 87°.     CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL GOLF alessandro.tarallo@oasport.it Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina FacebookClicca qui per iscriverti al nostro gruppoClicca qui per seguirci su Twitter Foto: profilo Twitter European Tour

- Pubblicità -
660x135