- Pubblicità -
660x135

Sono E. Molinari, Manassero, Gagli, Migliozzi e Bergamaschi. In campo Els, Oosthuizen e Schwartzel

Prima delle due tappe consecutive in Sudafrica per l’European Tour che anticipano la pausa invernale. Sul percorso del Randpark GC, a Johannesburg, si disputa il South African Open (6-9 dicembre) al quale prendono parte cinque azzurri: Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli, Guido Migliozzi e Filippo Bergamaschi.

Molto determinati i giocatori di casa che tengono in modo particolare al titolo del loro Open. Il folto gruppo è guidato da tre campioni, Ernie Els, Louis Oosthuizen e Charl Schwartzel, ma in parecchi hanno le carte in regola per imporsi tra i quali ricordiamo Branden Grace, Justin Walters, Thomas Aiken, Jaco Van Zyl, Brandon Stone e Haydn Porteous. Nel field anche gli inglesi Matt Wallace, Chris Paisley, campione in carica, e il promettente Jack Singh Brar, gli spagnoli Pablo Larrazabal e Gonzalo Fernandez Castaño, l’austriaco Bernd Wiesberger, il francese Matthieu Pavon, l’indiano S. Chikkarangappa, il giapponese Masahiro Kawamura, il coreano Jeunghun Wang e lo statunitense Kurt Kitayama vincitore la scorsa settimana del Mauritius Open.

Il quintetto italiano deve cancellare l’uscita al taglio di Mauritius dove hanno fatto l’esordio stagionale Manassero (nella foto), Migliozzi e Bergamaschi, mentre erano alla seconda uscita Gagli e Molinari, andati a premio in precedenza nell’Hong Kong Open (rispettivamente 20° e 57°). Il montepremi è di 17.500.000 rand (circa 1.120.000 euro).

- Pubblicità -
660x135