Hanno recuperato posizioni i quattro giocatori italiani rimasti in gara nel Kazakhstan Open, il torneo più ricco del Challenge Tour, insieme al Foshan Open, con un montepremi di 450.000 euro (al vincitore 72.000 euro). Sul percorso del Zhailjau Golf Resort (par 72), ad Almaty in Kazakhstan, Lorenzo Gagli è salito dal 26° all’ottavo posto con 205 (67 72 66, -11), Nicolò Ravano dal 19° al 14° con 206 (72 66 68, -10), Bergamaschi (71 71 70) e Matteo Delpodio (70 72 70), dal 50° al 41° con 212 (-4).

Ha mantenuto la leadership con 199 (67 66 66, -17) l’inglese Jordan L. Smith, con due colpi sul connazionale Sam Walker (201, -15), con tre sull’olandese Reinier Saxton e sull’inglese Garrick Porteous (202, -14) e con quattro sul neozelandese Ryan Fox e sul portoghese Ricardo Santos (203, -13).

Per  Jordan L. Smith un 66 (-6) con un eagle, sei birdie e due bogey. Stesso score per Lorenzo Gagli (nella foto) con un eagle, cinque birdie e un bogey; per Nicolò  Ravano 68 (-4) colpi con cinque birdie e un bogey e per Filippo Bergamaschi e per Matteo Delpodio 70 (-2) con cinque birdie e tre bogey per il primo e con quattro birdie e due bogey per il secondo.

 

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135