Il Challenge Tour si conclude con il Ras Al Khaimah Challenge Tour Grand Final (31 ottobre-3 novembre) sul percorso del Al Hamra GC nell’Emirato di Ras Al Khaimah. Gareggeranno i primi 45 classificati dell’ordine di merito e, al termine dell’evento, i primi 15 avranno la ‘carta’ per l’European Tour 2019.

E’ in corsa Lorenzo Gagli (nella foto), 11° in graduatoria, che non rischia di non averla, ma che ha necessità di risalite tra i top ten, dove è rimasto fino al torneo precedente e da cui è uscito a seguito di due tagli consecutivi. Arrivare più in alto possibile significa, peraltro, avere maggiori possibilità di giocare quando sarà sul circuito maggiore.

Ha molte probabilità di divenire il re del Challenge Tour 2018 il danese Joachim B. Hansen, leader dell’ordine di merito, che può essere sorpassato dai sette che lo seguono in graduatoria solo con un successo (al primo andranno 72.000 euro su un montepremi di 420.000 euro), ma non sarà matematico perché tutti dipenderanno anche dal suo piazzamento.

Hanno tale possibilità Victor Perez, Kalle Samooja, Sebastian Soderberg, Jack Singh Brar, Kim Koivu, che è già da qualche mese sul circuito maggiore avendo vinto tre tornei in stagione, Stuart Manley e Grant Forrest.

- Pubblicità -
660x135