Nel Kazakhstan Open (Challenge Tour), sul percorso dello Zhailjau Golf Resort (par 72) di Almaty in Kazakhstan, si sono mantenuti in buona classifica, 26.i con 207 (-9), Francesco Laporta (69 69 69) e Lorenzo Scalise (69 68 70), al debutto tra i professionisti.

Si è portato al vertice con 196 (66 68 62, -20) colpi il 22enne Sean Crocker (nella foto di Phil Inglis), nato ad Harare nello Zimbabwe ma di nazionalità statunitense, da poco passato tra i pro, il quale si è procurato l’occasione di conquistare il primo titolo sul circuito con un 62 (-10), fatto di dieci birdie senza bogey.

Avrà comunque i suoi problemi per contenere i prevedibili attacchi di coloro che gli sono a ridosso: lo scozzese Liam Johnston  secondo con 197 (-19), e gli inglesi Tom Lewis, vincitore del Bridgestone Challenge della scorsa settimana,, terzo con 198 (-18), Ben Stow, quarto con 199 (-17), e Max Orrin, Nathan Kimsey e Tom Murray, quinti con 201 (-15).

Il regolarissimo Francesco Laporta ha realizzato il terzo parziale di 69 (-3) consecutivo con sette birdie e quattro bogey, mentre Lorenzo Scalise ha segnato un 70 (-2) con due birdie senza bogey.  Sono usciti al taglio Filippo Bergamaschi, 82° con 143 (72 71, -1), Lorenzo Gagli, 87° con 144 (71 73, par) e Alessandro Tadini,  107° con 147 (72 75, +3).  Il montepremi di 450.000 euro è uno dei più ricchi del circuito: al vincitore andranno 72.000 euro.

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135