Giulia Molinaro è terminata al 65° posto con 286 (70 73 72 71, -2) colpi nel Manulife Classic (LPGA Tour) sul percorso del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge in Canada. Ha ottenuto il primo titolo nel circuito con 272 (68 69 68 67, -16) la tedesca Caroline Masson, che in un rocambolesco finale ha sconfitto per un colpo la francese Karine Icher, l’australiana Minjee Lee e la coreana Mi Hyang Lee (273, -15)

Al quinto posto con 274 (-14) tre delle favorite della vigilia, la neozelandese Lydia Ko, numero uno mondiale, la thailandese Ariya Jutanugarn, numero due, e la norvegese Suzann Pettersen, campionessa uscente. Anche nel secondo torneo consecutivo giocato nel suo Paese Brooke M. Henderson non è riuscita a soddisfare le attese dei propri fans chiudendo in 39ª posizione con 281 (-7). Prestazione in grigio anche per Stacy Lewis, 49ª con 283 (-5).

Caroline Masson ha iniziato la sua volata vincente nel modo peggiore, con un doppio bogey, poi ha operato il sorpasso con un 67 (-7) infilando nove birdie, a fronte di due bogey. Per Giulia Molinaro un 71 (-1) con quattro birdie e tre bogey. Alla vincitrice è andato un assegno di 240.000 dollari su un montepremi è di 1.600.000 dollari.

TERZO GIRO – Giulia Molinaro, 64ª con 215 colpi (70 73 72, -1) insieme a Stacy Lewis, è rimasta in retrovia nel Manulife Classic (LPGA Tour) sul percorso del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge in Canada. Cambio della guardia in vetta alla classifica dove si è portata con 202 (69 67 66, -14) la coreana Mi Hyang Lee. A un colpo la connazionale Hyo Joo Kim (203, -13) e a due le thailandesi Ariya Jutanugarn e P.K. Kongkraphan (204, -12). Hanno rimontato la neozeladese Lydia Ko, numero uno mondiale, settima con 206 (-10), e la norvegese Suzann Pettersen, campionessa uscente, 17ª con 208 (-8), mente è rimasta stabile l canadese Brooke M. Henderson, 29ª con 210 (-6).

Mi Hyang Lee ha girato in 66 (-6) colpi con un eagle, sei birdie e due bogey, Giulia Molinaro nel 72 del par con cinque birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 1.600.000 dollari.

SECONDO GIRO – Giulia Molinaro, da 34ª a 55ª con 143 (70 73, -1) colpi ha perso terreno, ma è rimasta in gara nel Manulife Classic (LPGA Tour) sul percorso del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge in Canada. Nuova leader con 134 (70 64, -10) è Marina Alex, una buona gavetta nel Symetra Tour, seguita a un colpo dalla thailandese P.K. Kongkraphan e dalla coreana Hyo Joo Kim (135, -9). E’ risalita dal 34° al nono posto con 138 (-6) la thailandese Ariya Jutanugarn, numero due mondiale, mentre sono rimaste indietro le altre favorite: la norvegese Suzann Pettersen, campionessa uscente, 22ª con 140 (-4), la canadese Brooke M. Henderson, numero due del Rolex ranking, e Stacy Lewis, 31.e con 141 (-3), e la neozelandese Lydia Ko, numero uno, 44ª con 142 (-2).

Marina Alex ha siglato l’ottimo 64 (-8) con un eagle, otto birdie e due bogey. Per il 73 (+1) di Giulia Molinaro due birdie e tre bogey. Il montepremi è di 1.600.000 dollari.

PRIMO GIRO – La coreana Chella Choi è leader con 66 (-6) colpi del Manulife Classic (LPGA Tour) sul percorso del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge in Canada, dove Giulia Molinaro è al 34° posto con 70 (-2).

In seconda posizione con 67 (-5) Brittany Lang, la svedese Dani Holmqvist, la spagnola Azahara Muñoz e la coreana In Gee Chun e, tra le undici concorrenti in sesta con 68 (-4), si trovano Brittany Lincicome e la giapponese Ai Miyazato. La norvegese Suzann Pettersen, campionessa uscente, è al 17° posto con 69 (-3), e hanno lo stesso score della Molinaro le proettes che riscuotevano maggior credito alla vigilia: Lydia Ko, numero uno mondiale, la thailandese Ariya Jutanugarn, numero due, la canadese Brooke M. Henderson, numero tre, e Stacy Lewis. Con loro anche le australiane Karrie Webb e Minjee Lee.

Chella Choi ha conseguito il primato con sette birdie e un bogey e Giulia Molinaro si è messa in buona compagnia con quattro birdie e due bogey. Il montepremi è di 1.600.000 dollari.

PROLOGO – Giulia Molinaro sarà l’unica rappresentante italiana nel  Manulife Classic (1-4 settembre), torneo del LPGA Tour che avrà luogo sul percorso del Whistle Bear Golf Club, a Cambridge in Canada.

Difende il titolo la norvegese Suzann Pettersen, ma i fari saranno puntati sulle prime tre proettes del ranking mondiale: la neozelandese Lydia Ko, la thailandese Ariya Jutanugarn, vincitrice domenica scorsa del Canadian Open, e la canadese Brooke M. Henderson, ben decisa a riscattarsi davanti ai propri sostenitori dopo la prova opaca della settimana passata. Da seguire anche Stacy Lewis, Paula Creamer,  le australiane Minjee Lee e Karrie Webb, la cinese Xi Yu Lin e le coreane Na Yeon Choi, So Yeon Ryu e Ha Na Jang. Il montepremi è di 1.600.000 dollari. (Nella foto: Giulia Molinaro)

I RISULTATI

SYMETRA TOUR: TITOLO A NELLY KORDA NEL SIOUX FALLS –  Nelly Korda (270 – 68 67 69 66, -14) con un’ottima progressione finale ha sorpassato la thailandese Wichanee Meechai (273, -11) e  ha vinto il Sioux Falls GreatLIFE Challenge, torneo del Symetra Tour disputato al Willow Run Golf Club (par 71) di Sioux Falls nel South Dakota, dove Silvia Cavalleri, unica italiana in gara,  87ª  con 148 (71 77, +6) colpi, è uscita al taglio.

Al terzo posto con 275 (-9) Ally McDonald e la svedese Madelene Sagstrom, leader della money list e dominatrice stagionale, e al quinto con 277 (-7) Brittany Benvenuto e Dana Finkelstein. Nelly Korda è stata gratificata con 31.500 euro su un montepremi di 210.000 euro.

TERZO GIRO  –  La thailandese Wichanee Meechai (203 – 66 70 67, -10) e al comando del Sioux Falls GreatLIFE Challenge, torneo del Symetra Tour che si sta disputando al Willow Run Golf Club (par 71) di Sioux Falls nel South Dakota, dove Silvia Cavalleri, unica italiana in gara,  87ª  con 148 (71 77, +6) colpi, è uscita al taglio.

Prevedibile nel giro finale il deciso attacco della svedese Madelene Sagstrom, dominatrice della stagione e leader della money list, seconda a un colpo insieme a Nelly Korda e a Dana Finkelstein (204, -9). In corsa per il titolo, ma con meno possibilità, anche Emma de Groot e la canadese Jessica Wallace, quinte con 207 (-6). Il montepremi è di 210.000 dollari.

SECONDO GIRO  – Silvia Cavalleri, 87ª con 148 (71 77, +6) colpi, è uscita al taglio nel Sioux Falls GreatLIFE Challenge, torneo del Symetra Tour che si disputa al Willow Run Golf Club (par 71) di Sioux Falls nel South Dakota.

Ha mantenuto la leadership con 133 (65 68, -9) la belga Laura Gonzalez Escallon, con il minimo vantaggio su Dana Finkelstein (134, -8), Al terzo posto con 135 (-7) Nelly Korda, al quarto con 136 (-6) Katherine Perry e la thailandese Wichanee Meechai e al nono con 138 (-4) la svedese Madelene Sagstrom, che conduce l’ordine di merito. Il montepremi è di 210.000 dollari.

PRIMO GIRO  – Silvia Cavalleri, 39ª con 71 (par) colpi, è a metà classifica dopo il primo giro del Sioux Falls GreatLIFE Challenge, torneo del Symetra Tour che si disputa al Willow Run Golf Club di Sioux Falls nel South Dakota.

Ha confermato il suo ottimo stato di forma, avallato dal successo nel precedente PHC Classic, la belga Laura Gonzalez Escallon, in vetta con 65 (-6) colpi. La tallonano la coreana Min-G Kim, la filippina Dottie Ardina e la thailandese Wichanee Meechai con 66 (-5), Quinta con 67 (-4), alla pari con altre sei proettes, la svedese Madelene Sagstrom, dominatrice della stagione e grande favorita della gara. Per Laura Gonzalez Escallon sei birdie senza bogey, per Silvia Cavalleri tre birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di 210.000 dollari.

PROLOGO – Dopo il buon 13° posto nel PHC Classic Silvia Cavalleri cerca conferme nel Sioux Falls GreatLIFE Challenge (1-4 settembre), torneo del Symetra Tour che si disputa al Willow Run Golf Club di Sioux Falls nel South Dakota.

Da battere la svedese Madelene Sagstrom, numero uno della money list e praticamente già nel LPGA Tour per il quale ha praticamente conquistato la ‘carta’ spettante alle migliori dieci del circuito con largo anticipo. A dire il vero dopo l’inizio folgorante la svedese ha un po’ rallentato, distratta da qualche apparizione nel tour superiore, ma ora è ben decisa a riproporsi nel finale di stagione. Le avversarie più pericolose per lei saranno Jackie Stoelting, Ally McDonald, la filippina Clariss Guce ed Erica Popson che la seguono nell’ordine di merito. Il montepremi è di 210.000 dollari.

I  RISULTATI

 

SENIOR TOUR: NEL TRAVIS PERKINS PRIMO TITOLO PER ANDRÉ BOSSERT, SESTO ROCCACostantino Rocca è terminato al sesto posto con 215 colpi (71 70 74, -1) nel Travis Perkins Masters, torneo del Senior Tour disputato al Duke’s Course (par 72) del Woburn Golf Club, a Woburn in Inghilterra.

Ha ottenuto il primo titolo nel circuito con 208 (69 70 69, -8) il 53enne Andrè Bossert, nazionalità svizzera ma nato a Johannesburg in Sudafrica, che ha lasciato a quattro colpi il gallese Ian Woosnam e l’inglese Philip Golding (212, -4). In quarta posizione con 213 (-3) l’austriaco Gordon Manson e l’australiano Peter Fowler. Insieme a Rocca anche lo spagnolo Pedro Linhart e gli inglesi Roger Chapman e Mark James.

André Bossert è stato gratificato con 60.009 euro su un montepremi di 400.000 euro.

SECONDO GIRO – Costantino Rocca è balzato dal 17° al quinto posto con 141 (71 70, -3) colpi e competerà per il tiolo nel giro finale del Travis Perkins Masters, torneo del Senior Tour in svolgimento al  Duke’s Course (par 72) del Woburn Golf Club, a Woburn in Inghilterra.

Sono passati a condurre con 139 (-5) il gallese Ian Woosnam (71 68) e lo svizzero André Bossert (69 70), tallonati dall’australiano Peter Fowler e dall’inglese Philip Golding, terzi con 140 (-4). Hanno chance anche lo spagnolo Pedro Linhart, l’austriaco Gordon Manson e l’inglese Paul Wesselingh, sesti con 142 (-2). Per Costantino Rocca 70 (-2) colpi con tre birdie e un bogey. Il montepremi è di 400.000 euro dei quali 60.009 destinati al vincitore.

PRIMO GIRO – Costantino Rocca ha chiuso al 17° posto con 71 (-1) colpi il giro iniziale del Travis Perkins Masters, torneo del Senior Tour in svolgimento al  Duke’s Course (par 72) del Woburn Golf Club, a Woburn in Inghilterra.

In prima posizione l’irlandese Des Smyth con 66 (-6) colpi, che precede lo statunitense Tim Thelen (67, -5), l’austriaco Gordon Manson e l’inglese Paul Wesselingh (68, -4). Al quinto posto con 69 (-3) l’australiano Peter O’Malley, il sudafricano Chris Williams, lo svizzero André Bossert e gli inglesi Philip Golding, Mark James e Malcolm MacKenzie.

Sette birdie e un bogey per Des Smyth, tre birdie e due bogey per Costantino Rocca. Il montepremi è di 400.000 euro dei quali 60.009 destinati al vincitore.

PROLOGO  – Costantino Rocca scende in campo nel Travis Perkins Masters (2-4 settembre), torneo del Senior Tour in programma al  Duke’s Course del Woburn Golf Club, a Woburn in Inghilterra.

Tra i favoriti il gallese Ian Woosnam, il nordirlandese Ronan Rafferty, gli inglesi Barry Lane, Philip Golding e Paul Wesselingh, lo spagnolo Pedro Linhart, lo svizzero André Bossert e il sudafricano Chris Williams. Il montepremi è di 400.000 euro dei quali 60.009 destinati al vincitore.

I RISULTATI

- Pubblicità -
660x135