Alessio Bruschi (nella foto) ha concluso al quarto posto con 280 colpi (64 74 66 76, -4), alla pari con l’inglese Ben Evans, l’Open International de la Mirabelle d’Or, torneo dell’Alps Tour svoltosi sul tracciato del Golf de La Grange aux Ormes (par 71), a Marly in Francia. Ha vinto a sorpresa l’inglese Steven Brown che ha bruciato la concorrenza con un gran parziale di 65 (-6) e lo score di 277 (70 70 72 65, -7) rimontando dall’undicesima posizione. Al secondo posto con 278 (-6) l’austriaco Uli Weinhandl e il francese Pierrick Peracino e al sesto con 281 (-3) lo scozzese Kris Nicol e i transalpini François Delamontagne e Julien Gressier. E’ risalito dal 30° al 16° posto con 286 (72 73 72 69, +2) Leonardo Motta e sono andati a premio anche Nunzio Lombardi, 21° con 288 (74 70 70 74, +4), Joon Kim, 41° con 294 (68 75 78 73, +10), e Aron Zemmer, 44° con 301 (72 73 81 75, +17). Bruschi, leader dopo un giro, si è riportato in vetta al termine del terzo con due colpi di vantaggio su Peracino. Ha iniziato con un birdie, ma successivamente sono arrivati un bogey e un doppio bogey per un passaggio in 37 (+2) al giro di boa. E’ rimasto lo stesso al comando, perché neanche i suoi avversari tenevano un ritmo troppo alto. All’improvviso, però, è sbucato dalle retrovie Brown che con quattro birdie nelle ultime cinque buche (sei i birdie totali senza bogey) è entrato da leader in club house fissando l’asticella a “meno 7”. Bruschi, a cinque buche dalla fine, era alla pari con l’inglese, ma nelle ultime quattro è incappato in tre bogey e ha perso anche la seconda posizione, mentre Weinhandl e Peracino hanno cercato invano il birdie che li avrebbe portati al playoff. Finale a parte, resta comunque l’ottima prova complessiva di Bruschi. Sono usciti al taglio: Giacomo Tonelli, Nino Bertasio e Andrea Bolognesi, 47.i con 146 (+4); Alfredo Pazzeschi, Alessandro Grammatica,  Alberto Campanile e Andrea Romano, 57.i con 147 (+5); Francesco Gatti, 74° con 149 (+7); Luca Fenoglio, 86° con 151 (+9); Lorenzo Guanti e Luca Galliano, 90.i con 152 (+10); Cristiano Terragni, 95° con 153 (+11); Mattia Miloro, 100° con 154 (+12);  Lorenzo Scotto, 103° con 155 (+13); Luca D’Andreamatteo, 108° con 157 (+15); Umberto Cuomo, 115° con 162 (+20). A Brown sono andati 6.525 euro sui 45.000 in palio. Terzo giro – Alessio Bruschi è tornato al comando con 204 colpi (64 74 66, -9), grazie a un ottimo 66 (-5, con otto birdie e tre bogey), nel terzo giro dell’Open International de la Mirabelle d’Or, torneo dell’Alps Tour che si conclude sul tracciato del Golf de La Grange aux Ormes (par 71), a Marly in Francia. Il toscano, che era stato leader anche dopo il turno iniziale, affronterà le ultime 18 buche con un vantaggio di due colpi sul francese Pierrick Peracino (206, -7) e di tre sull’altro transalpino Edouard España (207, -6), vincitore la scorsa settimana del Peugeot Open. Hanno qualche chance di correre per il titolo pure l’austriaco Uli Weinhandl, quarto con 208 (-5), e il francese Fabien Marty, quinto con 209 (-4). E’ salito dal 30° al 18° posto Nunzio Lombardi con 214 (74 70 70, +1) e sono più indietro Leonardo Motta, 30° con 217 (72 73 72, +4), Joon Kim, 42° con 221 (68 75 78, +8), e Aron Zemmer, 46° con 226 (72 73 81, +13). Sono usciti al taglio: Giacomo Tonelli, Nino Bertasio e Andrea Bolognesi, 47.i con 146 (+4); Alfredo Pazzeschi, Alessandro Grammatica,  Alberto Campanile e Andrea Romano, 57.i con 147 (+5); Francesco Gatti, 74° con 149 (+7); Luca Fenoglio, 86° con 151 (+9); Lorenzo Guanti e Luca Galliano, 90.i con 152 (+10); Cristiano Terragni, 95° con 153 (+11); Mattia Miloro, 100° con 154 (+12);  Lorenzo Scotto, 103° con 155 (+13); Luca D’Andreamatteo, 108° con 157 (+15); Umberto Cuomo, 115° con 162 (+20). Il montepremi è di 45.000 euro. Secondo giro – Alessio Bruschi, leader dopo un giro, è ora al terzo posto con 138 colpi (64 74, -4), alla pari con l’austriaco Lukas Nemecz, nell’Open International de la Mirabelle d’Or, torneo dell’Alps Tour in svolgimento sul tracciato del Golf de La Grange aux Ormes (par 71), a Marly in Francia. Nuovo leader con 135 (66 69, -7) è il nordirlandese Richard Kilpatrick con due colpi di margine sul francese Pierrick Peracino (137, -5). Hanno superato il taglio Joon Kim, 24° con 143 (68 75, +1), Nunzio Lombardi, 30° con 144 (74 70, +2), Leonardo Motta (72 73) e Aron Zemmer (72 73), 36.i con 145 (+3). Sono out: Giacomo Tonelli, Nino Bertasio e Andrea Bolognesi, 47.i con 146 (+4); Alfredo Pazzeschi, Alessandro Grammatica,  Alberto Campanile e Andrea Romano, 57.i con 147 (+5); Francesco Gatti, 74° con 149 (+7); Luca Fenoglio, 86° con 151 (+9); Lorenzo Guanti e Luca Galliano, 90.i con 152 (+10); Cristiano Terragni, 95° con 153 (+11); Mattia Miloro, 100° con 154 (+12);  Lorenzo Scotto, 103° con 155 (+13); Luca D’Andreamatteo, 108° con 157 (+15); Umberto Cuomo, 115° con 162 (+20). Il montepremi è di 45.000 euro. Primo giro – A causa del maltempo, che ha imposto una interruzione del gioco di 3 ore e 40 minuti, non si è concluso il primo giro dell’Open International de la Mirabelle d’Or, torneo dell’Alps Tour in svolgimento sul tracciato del Golf de La Grange aux Ormes (par 71), a Marly in Francia. Nella classifica provvisoria è al comando con 64 (-7) colpi Alessio Bruschi, che ha realizzato otto birdie e un bogey. Il toscano precede il nordirlandese Richard Kilpatrick secondo con 66 (-5), l’altro italiano Joon Kim e il norvegese Jason Kelly, terzi con 68 (-3). Tra coloro giunti in club hose sono al sesto posto con 69 (-2) lo spagnolo Diego Suazo e al 10° con 70 (-1) gli austriaci Uli Weinhandl e Lukas Nemecz, l’inglese Steven Brown e il francese Alan Bihan. Naturalmente la graduatoria subirà variazioni, ma è improbabile che Bruschi possa essere superato. Il montepremi è di 45.000 euro. Prologo – L’Alps Tour propone una classica del suo calendario, l’Open International de la Mirabelle d’Or (20-23 giugno) che avrà luogo sul tracciato del Golf de La Grange aux Ormes, a Marly in Francia, con un montepremi di 45.000 euro. In campo ventuno atleti italiani: Nino Bertasio, Andrea Bolognesi, Alessio Bruschi, Alberto Campanile, Umberto Cuomo, Luca D’Andreamatteo, Francesco Gatti, Luca Fenoglio, Alessandro Grammatica, Luca Galliano, Lorenzo Guanti, Joon Kim, Nunzio Lombardi, Mattia Miloro, Leonardo Motta, Alfredo Pazzeschi, Andrea Romano, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Giacomo Tonelli e Aron Zemmer. Difende il titolo il francese Xavier Poncelet che dovrà guardarsi dai connazionali François Delamontagne, Edouard España, Julien Foret e Sebastien Gros, dall’austriaco Lukas Nemecz, dall’irlandese Brendan McCarrol e dagli inglesi Andrew Cooley, Ricki Neil-Jones e Tom Sherreard. In casa azzurra sembrano in ottime condizioni e in grado di recitare un ruolo da protagonisti Alessandro Grammatica e Andrea Romano.       I risultati