Teodoro Soldati (Lanzo) e Barbara Borin (Olgiata) – nella foto – si sono imposti nei Campionati Nazionali Match Play disputati sull’impegnativo percorso del Golf Club Monticello (par 72) e ai quali hanno preso parte 96 ragazzi e 41 ragazze. I due vincitori hanno superato nella finale su 36 buche rispettivamente Giulio Castagnara (Lignano) per 3/2 e Francesca Avanzini (Monticello) per 4/3. Esiti un po’ a sorpresa, ma titoli ampiamente meritati dai due neo tricolori e, in particolare, va considerata l’età di Soldati, che compirà 14 anni nel prossimo agosto. Nel torneo maschile il portacolori di Lanzo, studente di terza media, ha subito imposto un alto ritmo al 18enne Castagnana: “Anche se ho preso il bel vantaggio di 4 up dopo 18 buche – ha detto – la finale è stata indubbiamente difficile. Dopo il giro di boa è affiorata un po’ di stanchezza, ma fortunatamente sono riuscito a mettere a segno alcuni buoni putt e a gestire il margine che avevo accumulato. Castagnara è stato un ottimo avversario come lo era stato nel primo turno Paolo Ferraris che mi aveva procurato parecchi problemi. Il ricordo più bello del torneo? Il putt che ho imbucato alla 30ª buca, perché in pratica mi ha dato la convinzione di potercela fare”. E’ allenato dal maestro Emilio Bianchi, nel suo circolo di Lanzo, e ha idee ben chiare: “Al momento penso solo a giocare e a divenire sempre più forte e competitivo. Non ho modelli da seguire e non ho ambizioni particolari. Mi diverto così”. Soldati è al terzo titolo individuale, dopo aver vinto per due anni consecutivi il Campionato Baby Under 12 (2010-2011). Nel 2012, con la maglia azzurra, si è imposto nella classifica individuale del Belgian International Boys U14 Championship in Belgio ed è stato primo Under 13 nell’English Boys U14 Open Amateur Stroke Play Championship in Inghilterra. Per accedere alla finale Soldati ha eliminato nell’ordine Paolo Ferraris (3/2), campione uscente, Giacomo Fortini (2 up), Zenjiro Matsui  (2/1) e in semifinale Valentino Dall’Arche (1 up). Castagnara, di cui rimane comunque l’ottima prova anche se non ha potuto nulla contro il suo antagonista, ha avuto a meglio su Kevin Caneva (3/2), Corrado De Stefani (5/4), Stefano Pitoni (3/2) e Francesco Testa (1 up). Da ricordare le prestazioni di quest’ultimo e di Dall’Arche, sia per gli avversari eliminati sia per aver reso la vita dura in semifinale ai due protagonisti. Nella qualificazione medal Castagnara e Soldati hanno concluso con il 144 del par, ma nel tabellone il primo ha avuto il decimo posto e il secondo il 12°. Si è imposto con 141 (7 70, -3) Luca Cianchetti (Modena) con un colpo di vantaggio su Stefano Pitoni (Olgiata), Guido Migliozzi (Montecchia) e su Lorenzo Magagnin (Asolo). Nel torneo femminile partenza sprint anche della Borin che, come Soldati, ha virato alla 18ª buca con un rotondo 4 up, poi risultato decisivo nei riguardi della 16enne Francesca Avanzini. “Sono rimasta molto calma – ha raccontato –  durante gli incontri e questo lo devo al mio compagno di club Federico Ranelletti che mi ha fatto da caddie e che mi ha aiutato ad allentare la tensione e a rimanere concentrata solo sui colpi che dovevo eseguire. Il suo aiuto è stato determinante anche nei primi due match risolti entrambi dopo una buca supplementare contro avversarie difficili ed esperte quali Giuliana Colavito e Ludovica Farina. Inutile dire che sono contenta. E’ il mio primo successo dopo una lunga serie di buoni piazzamenti e con la soddisfazione di vestire da qualche anno la maglia azzurra”. La 20enne romana, studentessa universitaria di Business Administration e allenata dal maestro Daniele Bagliano, è arrivata all’atto conclusivo mettendo fuori gioco le già ricordare Giuliana Colavito e Ludovica Farina , entrambe alla 19ª buca, e in semifinale Alessandra Braida (4/3), anche lei come le prime due tra le favorite. La Avanzini è giunta in finale estromettendo avversarie di peso e questo rende ancor più merito alla sua bella performance. Le hanno dovuto lasciar strada Carlotta Ricolfi (19ª), Laura Lonardi (4/3), vincitrice della qualificazione medal e la più gettonata nelle previsioni della vigilia, e in semifinale Camilla Acquarone (6/4). In qualifica la Borin si è classificata sesta con 151 (+7) e la Avanzini ottava con 152 (+8). Al primo posto, come detto, la Lonardi (Verona) con 144 colpi (71 73, par) davanti a Carlotta Lanzi (Royal Park I Roveri) con 147 (+3), a Giulia Galatolo (Villa Condulmer) con 148 (+4) e alla Acquarone (150, +6). Seconda giornata Match Play – Sul percorso del Golf Club Monticello (par 72) si concludono i Campionati Nazionali Match Play con la disputa delle due finali su 36 buche tra Teodoro Soldati (Lanzo) e Giulio Castagnara (Lignano), nella foto, e tra Francesca Avanzini (Monticello) e Barbara Borin (Olgiata). Nel campionato maschile Soldati, quattordici anni da compiere, ha eliminato Zenjiro Matsui (Royal Park I Roveri) per 2/1 e in semifinale Valentino Dall’Arche (1 up), che a sua volta aveva messo fuori gioco Enrico Sozzani (Salice Terme) per 6/5. Sull’altro lato del tabellone Castagnara, 18 anni e mezzo, ha estromesso Stefano Pitoni (Olgiata) per 3/2 e Francesco Testa (Bergamo) per 1 up. Quest’ultimo aveva battuto nei quarti Filippo Zucchetti (Castelconturbia) per 4/3. Soldati nella prima giornata di match play si è liberato di Paolo Ferraris (3/2) e di Giacomo Fortini (2 up), mentre Castagnara ha sconfitto Kevin Caneva (3/2) e Corrado De Stefani (5/4). Nella qualificazione medal entrambi hanno concluso con il 144 del par, ma nel tabellone il rappresentante di Lignano ha avuto il decimo posto e Soldati il 12°. Si è imposto con 141 (7 70, -3) Luca Cianchetti (Modena) con un colpo di vantaggio su Pitoni, Guido Migliozzi (Montecchia) e su Lorenzo Magagnin (Asolo). Nel campionato femminile la 16enne Francesca Avanzini ha avuto ragione con punteggi eloquenti di Laura Lonardi (Verona) per 4/3 e di Camilla Acquarone (Rapallo) per 6/4. Quest’ultima ha probabilmente concesso qualcosa alla stanchezza dovuta alla maratona di 22 buche nei quarti per mettere fuori gioco Cristina Parietti (Lanzo). Ha faticato anche Barbara Borin contro Ludovica Farina (Villa Condulmer) arrivata per la seconda volta consecutiva alla 19ª buca, la prima contro Giuliana Colavito, ma non ne ha sentito le conseguenze in semifinale contro Alessandra Braida (Royal Park I Roveri) out per 4/3. A sua volta la Braida aveva vinto il derby nei quarti con la compagna di club Carlotta Lanzi per 4/3. Il successo della Avanzini sulla Lonardi, indubbiamente meritato, è arrivato un po’ a sorpresa specie dopo la volata della veronese nella qualificazione medal condotta con 144 colpi (71 73, par) davanti alla Lanzi con 147 (+3), a Giulia Galatolo (Villa Condulmer) con 148 (+4) e alla Acquarone (150, +6). Inoltre la Lonardi nel primo turno non aveva avuto problemi contro Elena Pagni (Valdichiana) prevalendo con un 4/3. In qualifica la Borin si è classificata sesta con 151 (+7) e la Avanzini, che nel primo turno ha eliminato Carlotta Ricolfi (Sanremo) alla 19ª, è terminata ottava con 152 (+8). Prima giornata Match Play – Si avviano verso la conclusione i Campionati Nazionali Match Play, che si stanno disputando sul percorso del Golf Club Monticello (par 72). Infatti nella penultima giornata di gara, con la disputa di quarti e semifinale, si designeranno i finalisti. Nel torneo maschile Valentino Dall’Arche  ha eliminato Jacopo Vecchi Fossa (2/1) e Andrea Saracino (1 up), che nel primo turno aveva sconfitto Luca Cianchetti (3/1), vincitore della qualificazione su 36 buche medal. Il portacolori di Asolo avrà di fronte Enrico Sozzani (Salice Terme) che ha messo fuori gioco uno dei concorrenti più attesi, Riccardo Michelini (2/1) e, in precedenza, Daniele Bomarsi (2/1). Ha giocato con bella autorità il giovanissimo Teodoro Soldati, tesserato per Lanzo (3/2 su Paolo Ferraris e 2 up su Giacomo Fortini) che competerà con Zenjiro Matsui del Royal Park I Roveri (1 up su Niccolò Capacchietti e 3/2 su Valerio Pelliccia). Molto interessanti gli incontri nell’altra meta del tabellone: Stefano Pitoni (Olgiata)-Giulio Castagnara (Lignano) e Francesco Testa (Bergamo)-Filippo Zucchetti (Castelconturbia). Per Pitoni due bei successi contro avversari difficili quali Philip Geerts (2/1) e Jacopo Jori (3/2), ma anche Castagnara ha regolato senza problemi due giocatori validi come Kevin Caneva (3/2) e Corrado e Stefani (5/4). Testa ha eliminato Guido Migliozzi (3/2) in un match combattuto, e successivamente  Riccardo Palumbo (6/5), mentre Zucchetti, dopo aver liquidato Carlo Cogo (3/2), ha dovuto far ricorso alla sua esperienza contro Marco Cervellini (2 up), che nel turno precedente aveva avuto la meglio su Filippo Campigli (2/1). Nel torneo femminile, dove si sono svolti solo gli ottavi essendo 16 le giocatrici ammesse agli scontri diretti contro i 32 ragazzi, Laura Lonardi (Asolo), dopo essersi imposta nella qualificazione medal, non ha trovato ostacoli contro Elena Pagni (4/3). Prossima avversaria Francesca Avanzini (Monticello), che ha avuto un match complicato contro Carlotta Ricolfi, risolto solo dopo una buca supplementare (19ª). Vittoria sul filo di lana per Camilla Acquarone (Rapallo), contro la coriacea Arianna Scaletti (1 up), e ora se la vedrà con Cristina Parietti, tesserata per Lanzo (3/2 su Bianca Bossi). Ci sarà derby tra rappresentanti di Royal Park I Roveri con Carlotta Lanzi (5/4 su Alessia Nobilio) e Alessandra Braida (4/2 su Lucrezia Colombotto Rosso), mentre un altro derby tra ragazze di Villa Condulmer ha promosso ai quarti Ludovica Farina (3/2 su Giulia Galatolo). Avrà di fronte la tenace Barbara Borin (Olgiata), che ha risolto dopo 19 buche un incontro tiratissimo con Giuliana Colavito. Secondo giro di qualifica – Si è conclusa la qualificazione medal ai Campionati Nazionali Match Play, che si stanno disputando sul percorso del Golf Club Monticello (par 72)  e dove  sono rimasti in gara per la fase a eliminazione diretta 32 ragazzi e 16 ragazze. Nel torneo maschile si è imposto nella qualifica Luca Cianchetti (Modena) con 141 colpi (71 70, -3), uno di vantaggio su Stefano Pitoni (Olgiata), Guido Migliozzi (Montecchia) e Lorenzo Magagnin (Asolo), nell’ordine sul tabellone. Seguono con 143 (-1) Giacomo Fortini (Cus Ferrara), Filippo Zucchetti (Castelconturbia), Corrado De Stefani (Biella), Daniele Bomarsi (Golf Nazionale) e Riccardo Michelini (Modena). Non ci sono state sorprese particolari e sono entrati nei match play con il 10° posto Giulio Castagnara (Lignano), con l’11° Filippo Campigli (Torino) e con il 12° Teodoro Soldati (Lanzo), tutti con 144 (par), Jacopo Jori (Poggio dei Medici), 15° con 145 (+1), e Jacopo Vecchi Fossa (Modena), 16° con 146 (+2). Nella gara femminile Laura Lonardi (Verona), ha mantenuto agevolmente la prima posizione con 144 colpi (71 73, par). Al numero due del tabellone con 147 (+3) Carlotta Lanzi (Royal Park I Roveri), al numero 3 con 148 (+4) Giulia Galatolo (Villa Condulmer), al numero 4 con 150 (+6) Camilla Acquarone. Subito dietro con 151 (+7) Bianca Bossi (Villa d’Este) e Barbara Borin (Olgiata). Qualificate anche Francesca Avanzini (Monticello), 8ª con 152 (+8), Alessandra Braida (Royal Park I Roveri), 10ª con 154 (+10), e Giuliana Colavito (Monticello), 11ª con lo stesso punteggio. E’ uscita Eugenia Ferrero (Torino), 21ª con 158 (+14). Nella terza giornata sedicesimi e ottavi di finale per gli uomini e ottavi per le donne.

Primo giro di qualifica – Sul percorso del Golf Club Monticello (par 72) sono iniziati i Campionati Nazionali Match Play con la disputa dei primo dei due giri della qualificazione su 36 buche medal. Vi partecipano 96 ragazzi e di 48 ragazze, il massimo consentito dal regolamento.

Nel torneo maschile, dove la classifica è molto corta, sono al comando con 69 (-3) colpi Lorenzo Magagnin (Asolo), Riccardo Palumbo (Le Fonti), Daniel Bomarsi (Golf Nazionale), Riccardo Michelini (Modena) e Alberto Fisco (Dei Laghi). A ridosso con 71 (-1) Guglielmo Bravetti (Tolcinasco), Niccolò Capacchietti (Parco di Roma), Luigi D’Amico (Cervia), Michele Pittaluga (Torino), Corrado De Stefani (Biella), Luca Cianchetti (Modena), Teodoro Soldati (Lanzo), Filippo Zucchetti (Castelconturbia) e Guido Migliozzi (Montecchia). Più indietro Filippo Campigli (Torino), Jacopo Jori (Poggio dei Medici) e Stefano Pitoni (Olgiata), 17.i con 72 (par), e Giulio Castagnara (Lignano), 32° con 74 (+2). Dopo la qualificazione i primi 32 classificati disputeranno gli incontri a eliminazione diretta con doppio turno nei giorni 6 e 7 giugno e finale su 36 buche l’8 giugno.

Nel torneo femminile è in vetta con 71 (-1) Laura Lonardi (Verona) seguita con 72 da Carlotta Lanzi (Royal Park I Roveri), con 73 (+1) da Camilla Acquarone (Rapallo), con 74 (+2) da Bianca Bossi (Villa d’Este) e da Barbara Borin (Olgiata), con 75 (+3) da Giulia Galatolo (Villa Condulmer) e da Francesca Avanzini (Monticello) e con 76 (+4) da Giuliana Colavito (Monticello) e da Ludovica Farina (Villa Condulmer). Dopo la qualificazione accederanno ai match play le prime 16 in graduatoria con ottavi il 6 giugno, quarti e semifinali il 7 e finale su 36 buche sabato 8 giugno. Prologo – Sul percorso del Golf Club Monticello prendono il via i Campionati Nazionali Match Play (4-8 giugno) con la partecipazione di 96 ragazzi e di 48 ragazze, il massimo consentito dal regolamento. Entrambe le gare si disputano con qualificazione su 36 buche medal e successiva fase match play. Nel torneo maschile sono numerosi i candidati al tricolore tra i quali segnaliamo Paolo Ferraris (Royal Park I Roveri), che difende il titolo, Filippo Zucchetti (Castelconturbia), Filippo Campigli (Torino), Giorgio De Filippi (Parco di Roma), Stefano Pitoni (Olgiata), Giulio Castagnara (Lignano), Guido Migliozzi (Montecchia), Francesco Testa (Bergamo), Jacopo Jori (Poggio dei Medici) Gianmaria Rean Trinchero (DR Valle d’Aosta) e Riccardo Michelini (Modena), vincitore del Trofeo Umberto Agnelli. Dopo la qualificazione i primi 32 classificati disputeranno gli incontri a eliminazione diretta con doppio turno nei giorni 6 e 7 giugno e finale su 36 buche l’8 giugno. Anche nel torneo femminile saranno parecchie le pretendenti al successo. Si lasciano preferire Alessandra Braida (Royal Park I Roveri), Ludovica Farina (Villa Condulmer), Laura Lonardi (Verona), Lucrezia Colombotto Rosso e Carlotta Ricolfi (Sanremo), Francesca Avanzini (Monticello), Eugenia Ferrero (Torino) e Camilla Acquarone (Rapallo). Dopo la qualificazione accederanno ai match play le prime 16 in graduatoria con ottavi il 6 giugno, quarti e semifinali il 7 e finale su 36 buche sabato 8 giugno.   Risultati maschili Risultati femminili  

- Pubblicità -
660x135